un'ambulanza

Si è conclusa purtroppo drammaticamente la vicenda del piccolo caduto nella tromba delle scale della scuola elementare Pirelli di Milano. Stamattina, alle 9.53, è stata infatti avviata la procedura di conferma della morte cerebrale del piccolo, che è durata sei ore. Nella giornata è stato confermato e dichiarato il decesso del piccolo.

Il bimbo (6 anni a dicembre) era caduto da più di 10 metri d’altezza ed aveva riportato un gravissimo trauma cranico e diverse lesioni nel resto del corpo. Al suo fianco, in questi giorni, c’è stata in ogni momento la sua famiglia e la scuola elementare. 

Il decesso è stato dichiarato alle 9.53: per motivi tecnici, in casi come questo, l’ora del decesso viene fatta coincidere con quella di avvio di procedura di conferma della morte cerebrale.

Non si ha notizia sull’eventuale scelta dei genitori di donare gli organi.

Un incidente fatale

Il 18 ottobre, verso le 9 di mattina, il piccolo si trovava nel corridoio della scuola senza sorveglianza. A quanto riportano diverse fonti, si sarebbe trattato di una manciata di secondi: la maestra, che non poteva lasciare la classe, avrebbe lasciato il piccolo andare in bagno con la bidella che però era rimasta bloccata con altri due piccoli alunni.

A quel punto la donna aveva detto al piccolo di tornare in classe da solo: si trattava, dopotutto, di un percorso di poche decine di secondi.

A quel punto pare che il piccolo abbia trovato la sedie con le rotelle che usa la bidella e l’avrebbe presa ed avvicinata alla ringhiera della tromba delle scale. Il tutto sarebbe accaduto nel giro di pochissimo tempo. Poi lo sbilanciamento, la caduta e la tragica corsa in ospedale.

Inutile l’intervento di neurochirurgia

I medici e i chirurghi dell’ospedale Niguarda hanno tentato di salvarlo con un’operazione molto lunga e delicata finalizzata a gestire la perdita intracranica e la conseguente pressione creatasi ai danni del cervello: oltre a questo trauma ve n’erano altri in tutto il resto del corpo.

Sul caso sta indagando il dipartimento della procura che si interessa di salute e sicurezza sul lavoro.