un bambino che disegna

Per trovare la soluzione ad un problema, a volte basta solo un po’ di fantasia. È quella che ha avuto Pavel Abramov, insieme a sua mamma Ekaterina Bolshakova. Il bimbo russo, di 9 anni, nato nella piccola città di Arzamas a Nizhny Novgorod, ha avuto davvero una buona idea: dipingere per aiutare i cani rinchiusi nel canile.

Pavel, il bambino che disegna per salvare i cani

L’iter è molto semplice. Pavel si fa inviare le foto degli animali domestici che andrà a dipingere e in cambio chiede cibo e aiuto per gli oltre 100 quattro zampe che vivono nel rifugio della sua città.

L’iniziativa prende il nome di pennello gentile, grazie alla quale Pavel ha già ricavato cinque kg di grano saraceno, 10 scatolette e medicine per la pelle, collari per cani e molti kg di frattaglie. Nessuno scambio in denaro, e su questo è molto bene specificare.

L’appello di mamma e figlio sui social

Ma non è finita qui. L’impegno di madre e figlio si è spinto oltre: insieme, hanno creato un gruppo battezzato Di cosa è capace un piccolo volontario?, rintracciabile sul social media russo VK. Sulla piattaforma, entrambi chiedono a gran voce che tutta la comunità provi a fare qualcosa per gli animali e che siano sempre più frequenti le richieste dei suoi dipinti.

 Molto spesso, il ragazzino vuole conoscere ciascuno dei suoi modelli quando il dipinto è finito. Si informa sul loro nome e sulla storia che li lega al loro padrone.

L’idea dopo la morte del proprio cane

L’iniziativa nasce da una brutta situazione a cui Pavel ha dovuto far fronte: la morte del suo fedele cane Barsik. Per il piccolo, era importante fare qualcosa che, in un certo qual modo, continuasse a tenere in vita il suo animale peloso. Pian piano, il coraggio di Pavel sta facendo nascere altre iniziative di questo tipo.

Decine e decine di richieste arrivano da tutta la Russia e anche da altre parti del mondo. Gli hanno scritto anche dalla Francia, dalla Spagna e dalla Germania!