Jarrett e Justin Gause

Il caso arriva dallo Stato di New York (Stati Uniti), dove mesi di indagine hanno portato all’accusa di due fratelli, Justin e Jarrett Gause. I due avrebbero lasciato morire la nonna durante un incendio, troppo occupati a salvare i macchinari per la metanfetamina.

I “fratelli Breaking Bad”

Sono passati 5 mesi dalla morte dell’82 enne Gladys Ann Willow, perita durante un incendio nella sua abitazione di Riverside, New York. In questo tempo gli inquirenti hanno appurato che la morte dell’anziana signora è da imputare ai due nipoti, di 21 e 33 anni.
I due, secondo le autorità, quando è scoppiato l’incendio in casa si sarebbero preoccupati solo di mettere in salvo alcune attrezzature per cucinare la metanfetamina.

Tuttavia, nel fare questo i due fratelli avrebbero lasciato morire la nonna, rimasta intrappolata in casa.
I due sono stati rinominati dalla stampa estera “i fratelli Breaking Bad”, la popolare serie in cui i protagonisti producevano proprio quel tipo di droga. Il caso ricorda quello di qualche settimana fa a Nashville, dove due madri hanno drogato i figli per uscire e a seguito di un incendio uno di questi è morto.

Le accuse

La realtà, tuttavia, è ben più grave della finzione e i due ora sono accusati di un gran numero di reati.

Ad aggravare la loro posizione, c’è il fatto che dopo il fatto i due non hanno riportato l’incendio alle autorità, forse per non far scoprire l’attrezzatura. Il Procuratore della contea di Steuben Brooks Baker, ha detto all’emittente WETM che i due fratelli dopo l’incendio sono andati a comprare delle sigarette.
Inizialmente l’accusa per i due era di manslaughter, un tipo di omicidio che non prevede l’intenzionalità del gesto. Tuttavia, la scorsa settimana un Grand Jury ha convertito le accuse nel ben più grave omicidio di secondo grado. Secondo Baker questo non significa che i due avevano intenzione di uccidere la nonna, ma il livello di incoscienza dimostrato dai due fratelli merita quest’altro tipo di accusa.

I due fratelli sono anche accusati di manomissione di prove, falsificazione di documenti aziendali e aggressione di secondo grado.
Il più grande dei due, Jarrett, è attualmente in carcere, mentre il fratello Justin è uscito su cauzione in attesa del processo.

Immagine: Steuben County Sheriff’s Office