Il primo ministro britannico Boris Johnson

L’annuncio è arrivato nella prima serata di giovedì per bocca dello stesso Primo Ministro britannico Boris Johnson. Il Premier ha dichiarato alla BBC che è disposto a concedere più tempo ai parlamentari per discutere sul Deal in cambio di nuove elezioni il 12 dicembre.

Boris Johnson annuncia nuove elezioni

Elezioni anticipate programmate per il 12 dicembre. È questo quanto dichiarato dal Premier britannico Boris Johnson alla BBC a seguito di una riunione del Consiglio di Gabinetto. Ovviamente Johnson ha confermato che così il Parlamento avrà il tempo necessario per valutare l’accordo d’uscita dall’Unione Europea. La Brexit si fa sempre più lontana?

Johnson sembra non pensarla così, infatti ha ribadito che, anche se contrario alla richiesta, l’UE garantirà l’estensione del tempo oltre la scadenza prevista per il 31 ottobre.

Boris Johnson ha affermato che intende esortare i laburisti a sostenere queste nuove elezioni con un voto previsto per la prossima settimana.

Scacco ai laburisti

Una mossa definita come uno scacco ai laburisti che, in questo momento critico, si trovano a fronteggiare un drastico calo dei consensi. Tutto ora sta nelle mani di Jeremy Corbin, leader laburista appunto, al quale Johnson ha detto chiaramente che questo è il momento in cui il governo deve dimostrarsi responsabile: “È ora di mettere fine a quest’incubi e dare risposte al Paese“.

Lunedì dunque il voto in Parlamento sul concedere o meno nuove elezioni.

Il verdetto dei leader europei

Entro venerdì arriverà anche il verdetto dei leader europei in merito alla decisione di concedere un’ulteriore estensione del tempo per la Brexit. Un esito che sembra preannunciarsi positivo, pare infatti che anche le riserve sulla Francia siano state sciolte. Fonti britanniche hanno fatto sapere che l’ambasciatore francese sia stato visto uscire da Downing Street.