una volante dei carabinieri

A quasi 24 ore dalla tragica morte di una bimba di pochi mesi, deceduta in casa della nonna Torino, dopo essere rimasta con la testa incastrata tra la sponda del letto e un mobile. È arrivata la denuncia per la nonna che si trovava con lei. La donna si era assentata pochi attimi per andare in bagno.

Denunciata la nonna

Secondo quanto si legge su ADN, la nonna della piccola, una donna di 56 anni, è stata denunciata per abbandono di minori. La donna si trovava in casa con la piccola ma si era allontanata solo pochi minuti per andare in bagno.

È stato in quel frangente che, secondo quanto ricostruito, la piccola di soli 5 mesi, avrebbe iniziato a gattonare sul letto finendo col cadere tra la sponda e un mobile, rimanendo incastrata.

Ora la salma della piccola si trova presso l’obitorio dell’ospedale Regina Margherita, in attesa dell’ok del pm all’affido dell’incarico al medico legale per eseguire l’autopsia.

La disperazione della donna

Quando si è trovata davanti la nipotina in quello stato, la donna ha lanciato un urlo disperato e ha immediatamente lanciato l’allarme. Quando i soccorritori sono arrivati in casa la piccola respirava ancora ma era in condizioni gravissime.

Nonostante la folle corsa presso l’ospedale Regina Margherita però, non è stato possibile salvarla. Una drammatica fatalità, un tragico destino per una bimba che si è spenta solo 5 mesi dopo la sua nascita.

Come riferisce La Stampa, di origine marocchine, la piccola era stata affidata alla nonna mentre la mamma si trovava all’estero e il papà era via. La donna è rimasta in ospedale fino a tarda notte insieme ad alcuni zii ed altri parenti della bambina, nessuno di loro però incolpa la nonna.