auto dei carabinieri

Una 53enne è stata accoltellata a morte a Orta Nova, in provincia di Foggia, e secondo quanto riportato da Repubblica ci sarebbe un ricercato nell’ambito delle prime indagini per il delitto. Si tratterebbe dell’ex genero della donna, un 36enne che sarebbe evaso dai domiciliari e che appena 2 giorni prima, esattamente sabato 26 ottobre, stando alle indiscrezioni trapelate finora l’avrebbe minacciata con una pistola dentro un locale pubblico.

Uccisa a coltellate a Orta Nova

I carabinieri sarebbero impegnati nelle ricerche dell’ex genero di una donna di 53 anni uccisa a coltellate all’interno di un’abitazione di Orta Nova, nel Foggiano.

Secondo quanto riportato da Repubblica, appena 2 giorni prima del tragico epilogo sarebbe stata minacciata con una pistola dall’uomo, un 36enne in fuga che risulterebbe evaso dagli arresti domiciliari.

Stando a quanto emerso finora, dopo le minacce subite il 26 ottobre scorso, i carabinieri avrebbero invitato la donna a trasferirsi a casa della madre.

Ricercato l’ex genero

L’ex genero della 53enne sarebbe quindi ricercato per gli accertamenti sulla sua posizione in merito al fatto di sangue accaduto a Orta Nova. La donna avrebbe trovato il suo assassino all’interno del suo appartamento dove, stando alle informazioni finora emerse, sarebbe tornata per prendere alcuni effetti personali finendo per essere aggredita e accoltellata a morte.

L’episodio, secondo le prime indiscrezioni, potrebbe essere legato alle minacce ricevute dalla donna proprio dall’uomo, mentre si trovava in un bar del posto. Al momento non è chiaro se il 36enne possa avere un legame con l’omicidio.

Pochi giorni fa un altro caso di cronaca ha scosso la comunità, con il triplice omicidio compiuto da un 53enne che si è poi tolto la vita. Prima di farla finita, Ciro Curcelli ha ucciso la moglie e le figlie e ha chiamato i carabinieri: “Ho ucciso mia moglie, ho ucciso le mie figlie, ora mi uccido.

Lascio la porta aperta“, le sue ultime parole.