daniele malformazione gofundme

La famiglia del piccolo Daniele è disperata: lui è un bambino di 5 anni con una patologia, la MAV, che lo rende un caso più unico che raro e dunque le cure per lui sono complesse e difficili.

La famiglia ha aperto una pagina su GoFundMe per trovare la cifra necessaria per portarlo negli Stati Uniti e permettergli una cura che potrebbe essere definitiva.

Una patologia che può uccidere

La circolazione sanguigna nell’essere umano è costituita da arterie che partono dal cuore e poi si dividono nei capillari, più piccoli, che permettono l’arrivo del sangue in tutto il corpo. Dopodiché, i capillari si espandono in vene, che portano il sangue venoso di nuovo nel cuore.

La MAV prevede il fatto che questo complesso sistema circolatorio sia lesionato a livello congenito in qualche punto, ove non avviene alcuna ramificazione in capillari: questo fa sì che i vasi si sovraccaricano a livello di pressione e le pareti vascolari siano sottoposte a una tensione tale da aumentare esponenzialmente il rischio di emorragie cerebrale, che spesso possono essere fatali.

Daniele aveva un’emorragia cerebrale in corso

A Daniele è capitato proprio questo, come spiega Valentina La Barbera su GofundMe: “Nel suo caso i mal di testa derivano da un’emorragia cerebrale che è in atto”.

Quando l’emorragia viene scoperta, l’unico ospedale che può aiutare Daniele è il Gaslini di Genova: “Finalmente c’è un un medico disposto ad operarlo … un angelo … una speranza … ci avverte subito che l’operazione non sarà facile, che è molto rischiosa, che durerà molte ore e che la situazione è molto complessa … ma lui vuole provare. ..Finalmente a Febbraio 2019 fa questa operazione”. Si tratta di un’embolizzazione ovvero un’occlusione selettiva dei vasi che portano il sangue alla lesione. Daniele supera con successo l’operazione, ma ad Agosto di quest’anno si scopre un nuovo aneurisma, davanti al quale persino i medici non vogliono rischiare con una nuova operazione

Oggi, l’unica possibilità di Daniele è una visita e un trattamento con il dottor Michael Lawton, in Arizona.

Ora la famiglia cerca un aiuto economico, senza il quale sarà difficile pagare il viaggio e le cure: “Daniele dovrà comunque fare questo lungo viaggio, sicuramente supportato da un equipe di medici…ma li si paga tutto … e purtroppo la famiglia non può permettersi questa spesa … AIUTIAMO DANIELE !!!!”.