anna moroni antonella clerici

Ricordate Anna Moroni quando era una delle colonne portanti di La Prova del Cuoco? La simpatica spalla di Antonella Clerici ha abbandonato il cooking-show quando quest’ultimo ha rinnovato completamente il suo cast, lasciando il timone ad Elisa Isoardi, la quale dopo una prima stagione di assestamento ha raggiunto il risultato agognato al fianco di Claudio Lippi.

Intanto la Moroni è migrata dalla Rai alla Mediaset. Accanto a Davide Mengacci l’amatissima e genuina Anna è il volto di Ricette all’Italiana, in onda su Rete4. In una recente intervista rilasciata a TelePiù la Moroni ha parlato, sì, di questa nuova avventura, ma con una nota nostalgica ha ricordato anche il suo provino a La Prova del Cuoco.

“Il provino” di Anna Moroni

Inseparabile spalla della Clerici, con il compianto Beppe Bigazzi, Anna Moroni ha costituito per anni una delle coppie più amate di casa Rai. Per lei impossibile ricordare quegli anni con affetto e nella chiacchierata con il settimanale ha voluto raccontare la sua prima puntata, che è stata anche il suo “provino”.

Nella puntata zero de La prova del cuoco, che è stata un po’ il mio provino, ho portato la ricetta degli spaghetti cacio e pepe, dei quali mio marito è golosissimo”. Appassionata di cucina sin da giovanissima, quello fu per lei l’inizio di un grande successo.

Ho imparato a cucinare osservando” ha svelato Anna. “Da piccola passavo l’estate vicino Gubbio, dai miei parenti, dove c’erano delle cuoche che preparavano di tutto. Quando ero ragazza, assieme a mia cugina, cucinavamo i pranzi da portare ai mietitori in campagna“.

Un nuovo inizio

Se con Antonella c’era un feeling che ha messo radici anche oltre la televisione, e con Bigazzi c’era un divertente rapporto di amore/odio, ora Anna ha scoperto una nuova intesa. Al fianco di Mengacci, la Moroni lo ha iniziato a nuovi orizzonti culinari.Gli ho preparato gli involtini primavera e se li è ‘magnati’, eccome” ha raccontato a TelePiù.

Nei confronti del nuovo collega, Anna Moroni spende parole davvero accorate.Davide mi ha “illuminata” sui tempi tecnici della televisione. E io gli ho insegnato a prendere confidenza con il cibo. All’inizio lui rabbrividiva solo all’idea di sbucciare una patata lessa!“.