pippo baudo

Questa mattina la terribile notizia della morte di Fred Bongusto. Il cantante aveva 84 anni e da un po’ di tempo dei problemi di salute. L’ufficio stampa di Bongusto ha diffuso una nota in cui scrive: “La notte scorsa, alle 3,30 circa, ha cessato di battere il cuore di Fred Bongusto“. Pippo Baudo ha parlato questa mattina per ricordarlo e per esprimere anche un personale desiderio per il prossimo Festival di Sanremo.

Il ricordo di Pippo Baudo

Questa mattina dopo la tragica scomparsa di Fred Bongusto, AdnKronos ha contattato Pippo Baudo: “Bongusto è stato un grande, un cantante molto bravo e delicato, purtroppo negli ultimi anni è stato molto male, ha sofferto tanto“.

E poi una piccola speranza per il prossimo Festival di Sanremo: “È stato un grande cantante, sarebbe giusto che a Sanremo venisse ricordato con l’affetto e il rispetto che merita“.

Anche Eros Ramazzotti ha ricordato con una storia su Instagram il grande cantante: “Ciao grande Fred“, ha scritto.

Il sindaco di Firenze Dario Nardella è stato tra i primi a commentare la notizia sui social: “Ha raccontato un’epoca, gli anni d’oro dell’Italia del boom, con le sue canzoni leggere ma mai banali“, si legge su Twitter.

Le parole di Peppino Di Capri

Peppino Di Capri è dispiaciuto di non essere riuscito ad andare a trovare il cantante prima della morte.

La colpa però sarebbe da attribuire, stando a quanto racconta, alla figlia di Bongusto: “Volevo andarlo a trovare varie volte ma la sua figliastra purtroppo non ha mai voluto. Anche altri amici e colleghi hanno provato a contattarlo ma purtroppo non è stato possibile“, riporta Il Fatto Quotidiano. “Fred Bongusto era una persona sempre a caccia di ironie, tra noi c’era quella sottile competizione che ci legava, una competizione simpatica e generosa. Abbiamo fatto delle tournée insieme che dovevamo sempre sospendere perché costavano troppo, io volevo il mio gruppo lui pretendeva il suo e con quei costi era impossibile andare avanti“, ha concluso.

I funerali saranno celebrati a Roma lunedì 11 novembre, con inizio alle 15, nella Basilica di Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli artisti), piazza del Popolo.