Serena Enardu

Pioggia di insulti per Serena Enardu, l’ex tronista di Uomini e Donne finita nel centro della bufera dopo la partecipazione a Temptation Island Vip. Dopo la rottura con l’ex fidanzato Pago, sembra che la Enardu non possa neppure più citare Vasco Rossi.

La scelta a Temptation Island

Mala tempora per essere un vip, anche se non proprio di primissimo livello. Lo sa bene Serena Enardu, che dopo la partecipazione a Tempation Island Vip si è vista piovere addosso insulti, giudizi e una generale cattiva reputazione. Il tutto è dovuto a quanto successo con il pallavolista Alessandro nel corso del programma, un approccio talmente intimo che l’ormai ex fidanzato, Pago, era sbottato: “Più andiamo avanti e più mi sta sconvolgendo questa roba.

Lei non si rende conto che dall’altra parte c’è il suo fidanzato”.
Dopo quell’ultimo falò di confronto, Serena Enardu ha lasciato il cantante Pago, ma il suo comportamento non sembra essere andato giù agli spettatori e ai “fan”.

La citazione a Vasco Rossi

Nel suo profilo Instagram, Serena Enardu ha pubblicato una nuova foto: vestito corto, sfondo col mare e bicchiere di vino in mano. Ad accompagnare il tutto, una citazione a Vasco Rossi. La donna ha scelto le parole di Se ti potessi dire del cantante di Zocca, probabilmente nulla più di una citazione, una preferenza musicale da accompagnare alla foto.


Molti i messaggi dalla sua parte, ma anche tanti insulti.

Gli insulti degli hater

Vivere per far soffrire gli altri no?” dice un commentatore, riferendosi probabilmente a Pago. Un altro hater è ancora più pesante: “Vivi per tuo figlio, altro che sognare! Vai a riprenderti Pago e stai buona”. Il commento non finisce qui e diventa ancora più acido: “Il tempo delle mele è finito a 16anni. Fai la donna adulta, che gli uomini con i cash cercano le donne con i cash…non sei la Gregoraci”.

Tra i tanti, c’è anche un laconico “Ma dignità ne hai?”, sintomo dell’odio che alcuni provano per la donna.
Tempi duri, quindi, per essere un vip: essere sotto la lente fa pensare alle persone di potersi scatenare con commenti cattivi, personali e decisamente oltre la misura.