Spettacolo

Mara Venier, scivolone per la conduttrice durante l’intervista a Patty Pravo

Nello sguardo della conduttrice l'espressione disorientata di chi ha perso il controllo dell'intervista e non ha colto il nesso
mara venier patty pravo

La scorsa settimana, nel suo salotto di Domenica In, Mara Venier ha ospitato la cantante Patty Parvo per un’intervista dettagliata. L’artista non ha solo parlato della sua carriera ricca e variegata, ma anche della sua vita, dei suoi viaggi e della sua natura da sempre trasgressiva e libera. “Dicono che sono trasgressiva. Io sono stata una persona libera che si è sempre gestita da sola“.

L’intervista quindi ha subito preso i toni di una chiacchierata amichevole, per poi sfociare in tinte surrealiste e irreale, dopo una gaffe della stessa Venier. Un malinteso, tra l’intervistatrice e l’intervistata, una frase equivoca e il tentativo di chiarimento.

La gaffe di Mara Venier

Ricostruiamo la scena. Mara e Patty parlano della loro intesa con il mondo LGBT, comunità all’interno della quale, negli anni hanno coltivato entrambe profonde amicizie. “Tu lo senti questo amore del pubblico, poi noi abbiamo tutti amici gay… quasi tutti. Tu sei poi un’icona…” chiede Mara alla cantante. A quel punto Patty risponde -e qui nasce l’equivoco: “Sì, è vero. Tu poi sei sposata e io sto così“.

Negli occhi della Venier un’espressione di totale smarrimento, di chi per un istante perde il controllo dell’intervista e non capisce il nesso.

Poi lo scivolone: “Ma io son sposata, mio marito è normale“. Lo stupore esplode in studio, ma Mara subito si corregge e rimedia: “Nel senso, no, non normale… mio marito che c’entra con i gay?”.

La reazione di Patty Pravo

Patty Pravo capisce senza bisogno di altre spiegazioni le ragioni della Venier, sa bene che non le sue parole non celano alcuna discriminazione. Tra le risate del pubblico e l’imbarazzo di Mara la riprende scherzosamente.

Fino a che la conduttrice, che ci tiene a spiegarsi completamente, dichiara: “Volevo dire che adesso i tuoi amici gay sono diventati la tua famiglia“.

Ritrovata la verve scherzosa di sempre, la Venier conclude: “E comunque tu pensa ai tuoi cinque mariti“.

Potrebbe interessarti