cartelli stradali su strada allagata

Il maltempo non accenna ad allentare la presa su vaste aree dell’Italia, per cui la Protezione Civile ha lanciato un’allerta rossa che interessa alcune regioni del Sud. I fenomeni previsti sono di forte intensità, con rischio nubifragi e raffiche di vento che continueranno a graffiare lo Stivale con prepotenza. Scuole chiuse in diverse città e massima attenzione all’evoluzione del quadro meteorologico.

Maltempo: è allerta rossa in 3 regioni

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta rossa per martedì 12 novembre: le maggiori criticità sono attese su Calabria, Basilicata e Sicilia orientale.

Allerta arancione sulla Puglia, mentre è valutata gialla su Emilia-Romagna, Lazio, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Campania, Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna.

Forti raffiche di vento e temporali, accompagnati da intensa attività elettrica, potranno causare importanti disagi al traffico. Come riportato da Tgcom24, scuole chiuse in diverse città: Venezia, Napoli, Taranto, Lecce, Brindisi, Catanzaro, Reggio Calabria.

Forti disagi in alcune città

I disagi saranno forti in alcune aree dell’Italia, dove la settimana in corso vedrà protagonisti due violenti cicloni. Tra le città maggiormente interessate da allagamenti e problemi al traffico c’è Roma, con alcune strade e gallerie chiuse.

A Venezia, dove l’amministrazione comunale ha disposto la sospensione dell’attività scolastica in alcune scuole, si è previsto un picco di marea di 140 centimetri, fenomeno eccezionale con circa il 60% della città potenzialmente interessato.

Non va meglio a Napoli, dove restano chiusi in via precauzionale scuole e parchi, compresi i cimiteri. I forti venti previsti nell’arco della giornata, infatti, potrebbero causare non pochi problemi e l’amministrazione locale ha invitato alla massima prudenza.

Critica anche la situazione nel Metapontino: secondo quanto riportato dall’Ansa, infatti, una tromba d’aria avrebbe interessato la zona jonica in provincia di Matera.

Almeno una cinquantina le richieste di intervento ai Vigili del fuoco pervenute nella notte, per caduta di alberi e pali della rete d’illuminazione pubblica.