Cronaca

Nonna presa a calci e pugni dal nipote per soldi: dormiva sul balcone da 3 mesi

La donna, 80 anni, da tempo si sentiva perseguitata dal nipote che viveva con lei e che le chiedeva costantemente soldi, minacciandola di botte
carabinieri arresto

Dramma a Librino, in provincia di Catania  dove è stato denunciato un caso di violenza in famiglia decisamente drammatico. Vittima di questa situazione è una donna di 80 anni il cui nipote, 25enne, è accusato di violenze e persecuzioni nei confronti della nonna. L’80enne, addirittura, per sfuggire alle angherie del nipote dormiva ormai da 3 mesi sul balcone. Il ragazzo oggi è in carcere.

Voleva estorcere continuamente soldi dalla nonna

A quanto pare le violenze andavano avanti da tempo ed avevano origine dalla pretesa del giovane di ottenere continuamente soldi dalla donna, che ha solamente una pensione da 600 euro al mese.

Il ragazzo costringeva la donna a dargli continuamente piccole o grandi somme di denaro: l’apice dello sfruttamento era stato toccato una volta che il ragazzo aveva chiesto all’80enne del contante e lei aveva dato solo 5 euro, somma ritenuta dal 25enne ridicola. Il ragazzo aveva preso la banconota da 5 euro, l’aveva ridotta in coriandoli ed aveva buttato i pezzi di banconota in faccia alla signora.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso

Pochi giorni fa, l’episodio che ha convinto la donna a reagire: all’ennesima richiesta di soldi la donna si era opposta e il giovane l’aveva presa a calci e pugni.

Addirittura, aveva provato a strangolarla.Quando i carabinieri sono arrivati, hanno trovato il ragazzo in stato di alterazione psicofisica. Il giovane è stato immediatamente portato in carcere.

Potrebbe interessarti