Cronaca dal Mondo

Affida un messaggio in bottiglia al mare: dopo 9 anni arriva la risposta

Un bambino americano nel 2010 affida una bottiglia al mare e dopo 9 anni riceve una risposta: il messaggio ha viaggiato dagli Stati Uniti alla Francia, dove è stata trovata da un'anziana coppia
Messaggio in bottiglia

Una storia incredibile che abbraccia quasi un decennio e un intero oceano: nel 2010, un bambino americano di 10 scrisse un messaggio in bottiglia e lo affidò al mare. Dopo 9 anni gli arriva la risposta: la bottiglia è stata ritrovata in Francia. Una vicenda simile era successa anche in Italia qualche mese fa: il messaggio arrivava da Manchester ed è stato trovato in Puglia.

“Ciao, mi chiamo Max”

Comincia così la lettera che Max Vrendenburgh, 19enne originario del Massachussets, scrisse quando aveva solo 10 anni. Più precisamente lo fece il 21 agosto 2010, come riportato in alto nella lettera. Nella stessa scriveva: “Ti dico qualcosa di me: mi piacciono le mele, le spiagge e il colore blu”, più un’altra serie di cose, il tutto nella sua grafia da bambino.


Quindi la chiuse e la affidò alle onde del mare di Rockport, cittadina a nord di Boston. In un momento di questi ultimi 9 anni Max deve pure essersi dimenticato di quel gioco infantile, ma il destino era pronto a fargli una incredibile sorpresa.

Un viaggio di 6000 km

Sul suo account Twitter, Max ha condiviso le foto del ritrovamento del suo messaggio, ben 9 anni dopo averlo scritto. A rispondergli, è stato un certo G. Dubois, che il 10 ottobre 2019 ha ritrovato la bottiglia su una spiaggia tra le cittadine di Contis e Mimizan, in Francia.

La bottiglia ha solcato i mari per 9 anni e 6000 km, un viaggio incredibile che meritava la risposta dell’uomo: “Sarai cresciuto molto da allora: da 10 a 19 anni”. Quindi allega anche una mappa di dove è stata ritrovata la bottiglia.

Alla CNN Max, studente della Suffolk University, ha dichiarato di volersi mettere in contatto con la persona che ha trovato la bottiglia.

L’anziana coppia francese

La storia prosegue grazie all’incredibile tam-tam social. Tra i commenti al post di Max, diventato ovviamente virale, c’è anche quello di un francese che dice di aver parlato con le persone che hanno trovato la bottiglia.

Sarebbero un uomo di 73 anni e sua moglie di 72. L’anziana coppia preferisce rimanere anonima, ma non vede l’ora di ricevere risposta da Max. Si spera non in bottiglia, altrimenti dovranno passare altri 9 anni.

Potrebbe interessarti