Paola Ferrari

Paola Ferrari non ha mai conosciuto suo fratello. La giornalista ha raccontato il dramma nel corso dell’ultima puntata di Storie Italiane. Quando ha scoperto dell’esistenza di suo fratello però era ormai troppo tardi, il fratello era ormai morto.

Una storia shockante, che Paola ha rivelato al pubblico di Eleonora Daniele, spiazzandolo completamente. Tuttavia, sebbene la giornalista sente la necessità di condividere, a distanza di anni, questo dolore, decide comunque di adottare un serrato riserbo sulla faccenda.

La rivelazione di Paola Ferrari

La 59enne, che si è sempre creduta figlia unica, è venuta a conoscenza dell’esistenza di suo fratello solo 4 anni fa.

Quattro anni fa ho scoperto di avere un fratello” ha raccontato. Tuttavia quando ha saputo la verità lui già non c’era più “Non ho mai parlato di questo mio dolore. Ho scoperto che questo fratello non c’era più, è morto a 35 anni. Lui non ha saputo di me per tanti anni, io non ho saputo di lui per egoismo di altre persone“.

In questo tempo la giornalista ha preferito tenere dentro tutta la sofferenza che nasce da questa storia. Poi la decisione di condividerla con Eleonora Daniele e il suo pubblico. “Sono venuta da te perché ci conosciamo da tempo sei una splendida giornalista e collega.

Ne ho parlato molto in famiglia e sono stati loro che mi hanno detto “E ora che tu cominci a parlarne”. So di essere nel posto giusto, non mi piace fare la tv del dolore, e chi mi conosce lo sa, ma mi sembra giusto venirne a parlare“.

Ancora riserbo a riguardo

Quello di raccontare la sua vicenda personale è stato per Paola Ferrari un enorme passo avanti. Tuttavia al momento non se la sente di svelare il nome di questo fratello, poiché l’uomo che l’ha cresciuto è all’oscuro di tutto.

E questo è anche il motivo per cui la giornalista non va a trovarlo al cimitero.

Come faccio ad andarci perché potrebbe esserci un padre, che non sa. Che diritto ho io? Aspetterò che si evolvano le cose in modo diverso e poi ci andrò“.

Il ricordo di un fratello mai conosciuto

Anche se non l’ha mai conosciuto Paola Ferrari sente forte il legame con il fratello. “Un ragazzo splendido, quando vedo le foto mi si ferma il cuore perché ha la mia faccia e i miei occhi” racconta. Oggi lui “avrebbe una decina di anni in meno di me“.

Ora alla 59enne non resta che l’amarezza e la frustrazione per non essere stata messa in condizione di aiutarlo, quando avrebbe potuto. “Avrei potuto aiutarlo. Lui avrebbe avuto una vita diversa, io ho sofferto molto e soffro molto, perché ho questo senso di non averla vissuta“.