Primo piano di Gianni Morandi

Dietro la grande storia di Gianni Morandi c’è un dramma che non tutti conoscevano, legato alla sua vita di papà oltre le luci della ribalta. È una pagina piuttosto buia della sua esistenza che non emerge facilmente, se non con la palpabile e insanabile sofferenza di un genitore che ha perso un figlio.

La morte della primogenita Serena Morandi

Non tutti conoscono il drammatico contorno del capitolo di vita di Gianni Morandi che lo lega alla prima moglie, Laura Efrikian. L’artista ne ha parlato anche ai microfoni di Verissimo, in un toccante ritorno al suo passato che ha visto riemergere un dolore mai risolto.

Si tratta della morte della prima figlia, avvenuta poco dopo il parto, evento tragico legato a una cruda realtà che all’epoca lo mise davanti a un’ulteriore durissima situazione.

Fu un momento particolarmente difficile della sua esistenza, correva l’anno 1967 e Morandi, infatti, fu richiamato immediatamente per la leva: “Siccome non sei più padre devi venire a fare il militare“.

Il lutto e la rinascita con altri 3 figli

Il lutto ha segnato profondamente il suo cuore, come lui stesso ha ricordato in tv con gli occhi colmi di lacrime. La morte della bambina fu causata da una crisi respiratoria subentrata appena 9 ore dopo la nascita, e nel suo ricordo è rimasta impressa un’istantanea terribile: “Quella sera lì non fu una bella sera“.

Nella vita di Gianni Morandi c’è anche la gioia, però, per la fortuna di aver avuto altri 3 figli e tutti con un proprio luminoso percorso di vita. Insieme a Laura Efrikian ha avuto anche Marco e Marianna Morandi, mentre dalla seconda moglie, Anna Dan, ha avuto Pietro, che ha intrapreso una carriera come cantante rap sotto lo pseudonimo Tredici Pietro.

Per lei ha speso parole dolcissime: “Io venivo da un periodo lungo dove mi ero dedicato al lavoro.

Mi sono separato molto preso, nel ’77, ero giovane. Poi sono passati tanti anni e ho incontrato lei, era il momento giusto. Ci siamo sposati 10 anni dopo e stiamo molto bene insieme, mi ha aiutato tanto, mi aiuta tanto. Lei è molto positiva e allegra e mi aiuta a stare bene“.