Mercedesz Henger e Riccardo Schicchi

Mercedesz Henger sta nuovamente dando la sua vita privata in pasto ai telespettatori di Barbara d’Urso. Dopo aver snocciolato la qualunque in materia di amori e rapporto con la madre, la figlia di Eva Henger si appresta ora a dire la verità sul vero padre biologico che, colpo di scena, non sarebbe Riccardo Schicchi come tutti – lei compresa – hanno creduto fino a questo momento. In questo sorpresone da soap opera si inserisce, involontariamente, la figura di Schicchi, scomparso qualche anno fa. Sull’imprenditore del cinema a luci rosse nonché storico compagno di Eva Henger si riaccendono nuovamente i riflettori. Chi era?

Cosa faceva? Qual era il suo rapporto con la famiglia?

Una carriera nata per caso

Prima di diventare il talent scout di alcune delle più iconiche pornodive italiane, su tutte Moana Pozzi, Schicchi era un giovane con velleità artistiche. Iscritto all’Accademia d’Arte e specializzato in fotografia, Schicchi diventa amico, a soli 12 anni, del direttore di Men, una rivista piuttosto “piccante”. È l’incontro con Ilona Staller, però, a cambiargli la vita. Nel 1979 esordisce, come regista e sceneggiatore, con il film Cicciolina amore mio e diventa perfino produttore discografico della star con cui, nel 1983, fonda la Diva Futura, agenzia colosso nel mondo del porno.

Nel 1986 lancia lo spettacolo live di Moana Pozzi e comincia a rinsaldare la sua egemonia nel mercato di film per soli adulti proponendo un porno sceneggiato con attrici – icone presentate come corpi pensanti. Prova pure la carriera politica nel partito Radicale di Pannella prima e in quello dell’Amore (con Ilona Staller) poi. Dirige e lancia anche Eva Henger di cui si innamora.

Eva Henger e Riccardo Schicchi
Eva Henger e Riccardo Schicchi

Amore e morte

Schicchi conosce Eva Henger in Ungheria. Il rapporto professionale diventa amicizia negli anni novanta e poi amore. Si sposano nel 1994 quando già Mercedesz Henger, la prima figlia, aveva tre anni.

Nel 1995 hanno un altro figlio, Riccardo jr, ma dei figli e del loro rapporto con il padre non si è mai saputo molto, almeno fino a quando Mercedesz non si è fatta grande ed ha fatto il salto nello showbiz con l’Isola dei Famosi. Schicchi scopre di avere una grave forma di diabete mellito di tipo 2 che lo rende quasi cieco e lo porta in coma. Muore a 59 anni, al Fatebenefratelli di Roma, a causa di un’insufficienza renale. È il 9 dicembre 2012. Nonostante il rapporto sentimentale tra i due fosse, all’epoca, finito da tempo è proprio la Henger ad assisterlo negli ultimi giorni e a dare notizia della sua morte attraverso il giornalista Clemente Mimun. I due non si sono mai separati legalmente. Di lui, la figlia (?) Mercedesz ha detto: “Ho fatto un anno ad Oxford. Ma volevo anche l’indipendenza. Mio padre è stato l’unico che mi ha chiamato tutti i giorni in Inghilterra, anche per un minuto al giorno, ma mi chiamava sempre per sapere come stavo”.

Riccardo Schicchi
Riccardo Schicchi in un’intervista dell’epoca