usman khan

Usman Khan, 28 anni, è l’attentatore che ieri ha pugnalato i passanti sul London Bridge. L’uomo, ucciso dalla polizia, era in libertà vigilata da un anno dopo una condanna per terrorismo nel 2012: aveva preso parte ad un piano per un attentato bomba di al Qaida. Khan ha ucciso due persone, un uomo e una donna, e ha ferito altre tre persone. Eroico l’intervento dei passanti che hanno disarmato l’uomo prima dell’arrivo della polizia.

Londra: l’attentatore aveva dei precedenti per terrorismo

L’attacco che ieri ha provocato il panico a Londra è stato realizzato da un integralista islamico, che ha agito probabilmente da solo.

Usman Khan ha agito iniziando all’interno di Fishmongers’ Hall, durante una conferenza dell’Università di Cambridge sulla riabilitazione dei detenuti, come riporta la stampa inglese. L’uomo avrebbe minacciato di far saltare Fishmongers’ Hall con un finto giubbotto esplosivo che indossava, prima di iniziare a pugnalare passanti.

Khan, secondo quanto scoperto dalla polizia, viveva nello Staffordshire, contea a nord di Birmingham. Era stato rilasciato in libertà vigilata a dicembre 2018, dopo 8 anni di carcere, e indossava un braccialetto elettronico. L’uomo era stato condannato a 16 anni per un attentato bomba pianificato in affiliazione con al Qaida. Il primo ministro Boris Johnson, prima della riunione del Cobra, il gabinetto di crisi, ha dichiarato che è uno sbaglio lasciar uscire prima del fine pena “criminali seri e violenti“, specialmente se implicati nel terrorismo.

I passanti “eroi”: London Bridge di nuovo nel mirino

Usman Khan è stato immediatamente fermato da passanti che si trovavano sul posto prima dell’arrivo della polizia. Anche con dei bastoni e un estintore, i civili hanno provato a bloccarlo e disarmarlo. Ha fatto il giro del mondo l’immagine di un uomo che si allontana con il coltello dell’attentatore.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha dichiarato che lascia senza fiato “l’eroismo” dei passanti: “È un altro esempio del coraggio e dell’eroismo degli ordinari londinesi che corrono incontro al pericolo, rischiano la loro sicurezza personale per provare a salvare gli altri“.

Le vittime del terrorista sono due, di cui non si conoscono le generalità, mentre sarebbe tre i feriti, in condizioni stabili.

Foto di copertina: a destra Usman Khan, West Midlands Police; a sinistra passanti cercano di fermare l’attentatore sul London Bridge, Dan Walker/Twitter