Luca Martini e Edoardo Camardella

Sono stati riconosciuti i due sciatori morti questa mattina. I due sono stati travolti da una valanga caduta dal Monte Bianco, nei pressi della Punta Helbronner.

L’identità delle vittime

Si chiamano Luca Martini e Edoardo Camardella i due sciatori che hanno perso la vita questa mattina a Courmayeur.
Il Corriere della Sera riporta che il primo (a sinistra nella foto) si chiama Luca Martini aveva 32 anni ed era originario di Finale Ligure, in provincia di Savona. Secondo le ultime riportate dal Corriere, era un appassionato di montagna e mountain bike. Abituale frequentatore del Monte Bianco, aveva anche una passione per lo sci ripido.

Da alcuni anni, riferiscono le fonti, si era trasferito a Chamonix. Una sua presentazione è disponibile sul sito BackCountry, sito di appassionati di mountain bike, di cui era guida federale dal 2019.
Quello a destra nella foto invece è Edoardo Camardella, aveva 28 anni ed era un maestro di sci originario di La Thuile (Aosta). Assieme ad altre persone, gestiva la palestra di arrampicata “UpandDownBullder“. Sulla sua pagina Facebook, sono numerose le foto della montagna e della neve, per la quale dimostrava di avere un’autentica passione.

L’incidente di questa mattina

I due sfortunati sciatori si trovavano nei pressi della Punta Helbronner, vicino a Courmayeur.

La tragedia è avvenuta a 3mila metri di quota, vicino alla stazione della funivia Skyway. Le fonti riportano che i due stavano facendo, insieme ad altri amici, una discesa fuoripista poco sotto la stazione d’arrivo. Questa mattina il pericolo valanghe riportato dall’Arpa era ritenuto “marcato“.
La valanga ha colpito Edoardo e Luca, trascinandoli a valle e oltre un salto di roccia di 300 metri. Purtroppo per loro non c’è stato nulla da fare. Una volta individuati i corpi, i soccorritori li hanno portati nella camera mortuaria di Courmayeur, dove sono stati identitficati. L’Ansa riporta che una decine di persone sono state testimoni della vicenda e stanno aiutando a capire esattamente la dinamica della tragedia.