insegna dei carabinieri

Ci sono aggiornamenti in merito al caso del custode che all’alba del mattino di giovedì ha sparato a dei ladri. Uno dei colpi ha lasciato a terra una vittima, per questo il custode risulta ora indagato per omicidio.

Indagato il custode

Secondo quanto si legge su TgCom24, il custode è indagato per omicidio preterintenzionale. L’uomo ha 68 anni e ha sparato 5 colpi di pistola, su sua confessione, alla cieca. Il legale però si è detto fiducioso: “Il pubblico ministero avrebbe potuto partire dall’omicidio volontario, però, proprio perché si capito subito che il mio assistito è una brava persona, è partito da lì”.

L’uomo è incensurato e da anni si occupa della dimora, proprietà di un’antica famiglia. Secondo quanto raccontato agli inquirenti non voleva uccidere nessuno, voleva solo allontanare gli avventori, intimidendoli con gli spari.

Furti nella zona della villa

La villa sotto la gestione del custode non è stata l’unica soggetta a tentativo di furto. Nella zona infatti si sono registrati altri casi sia a danno di attività sia a danno di dimore. Da uno dei capanni della villa erano stati trafugati diversi attrezzi agricoli rinvenuti a qualche centinaio di metri dalla dimora.

Una persona è rimasta uccisa

Uno dei cinque colpi sparati dal custode ha però lasciato a terra una vittima. A trovarla sono stati proprio il custode e sua moglie. Al momento le uniche informazioni certe è che si tratta di un ragazzo tra i 20 e i 25 anni; la salma non è ancora stata identificata. Gli inquirenti hanno preso le impronte della vittima e stanno ora cercando di identificarlo da lì.