Raggio laser_immagine di repertorio

Un gruppo di ricercatori americani è riuscito a creare un raggio laser sfruttando un fascio di luce a uno specifico livello di lunghezza d’onda: i terahertz. Grazie alla nuova scoperta, potremmo agilmente vedere attraverso carta, plastica ed altri materiali.

Con il raggio laser, potremmo vedere attraverso i materiali

A rivelarlo, la rivista Science, dove un gruppo di ricercatori che fanno capo al Massachussets Institute of Technology (MIT) ha raccontato gli sviluppi delle ricerche. Secondo gli approfondimenti, le onde di Teraherz sarebbero in grado di superare le barriere che invece bloccano la luce.

Trasformando le onde in laser, quindi, saremmo in grado di vedere attraverso gli abiti, ad esempio, o altri materiali non troppo spessi. Questa tecnologia potrebbe offrire maggiori garanzie e sicurezza rispetto ai raggi X. Fino ad ora, a riuscire a produrre questa tipologia di laser è una sorta dispositivo della dimensione di una scatola di scarpe, progettato dai ricercatori del MIT, della Harvard University e dell’esercito americano.

I terahertz deciderebbero chi può sentire le tue conversazioni

Gli ambiti in cui questa tecnologia può apportare migliorie sono diversi. Come spiega Steven Johnson, professore di matematica al MIT, “puoi scegliere fino a che punto le onde possono viaggiare attraverso l’aria prima di essere assorbite, da pochi metri fino a diversi chilometri”, il che fornirebbe ad esempio un vero e proprio controllo su chi può sentire le tue comunicazioni e a che distanza (massima o minima).

Con il nuovo dispositivo sarà più facile sfruttare i terahertz

Il motivo per cui non vediamo l’utilizzo dei terahertz, fino ad ora, ad esempio ai controlli in aeroporto o in ambito medico è che la loro produzione richiede configurazioni o dispositivi molto grandi e ingombranti che producono radiazioni terahertz a una singola frequenza: non molto utile, dato che per penetrare vari materiali è necessaria una vasta gamma di frequenze.

Ecco perché la costruzione del dispositivo compatto da parte del MIT può essere una svolta. “Ora stiamo dicendo che possono essere piccoli, regolabili e molto più efficienti. Potresti inserirli nello zaino o in macchina, per comunicazioni wireless o immagini ad alta risoluzione”, conclude Johnson.