Vigili del fuoco impegnati nella provincia di Avellino

La terribile ondata di maltempo prosegue il suo viaggio verso il sud Italia, lasciando dietro di sé una scia di devastazioni. Dopo aver flagellato il nord, soprattutto la Liguria, e dopo aver mietuto due vittime, una in Friuli Venezia-Giulia e una nel Mugello, ora i danni maggiori si contano in Campania.

Nell’avellinese un intero paese si trova sommerso da acqua, fango e detriti, arrivati dall’esondazione di un torrente sotterraneo, a Napoli un uomo ha perso la vita.

Napoli, 62enne schiacciato da un albero

La terza vittima della nuova ondata di maltempo è Mohamed Boulhaziz, 62enne di origini marocchine da anni regolarmente residente in Italia.

L’uomo era residente a Maddaloni, Caserta, ed era un commerciante.

Il dramma si è consumato intorno alle 7 di questa mattina nei pressi di via Nuova Argano, periferia ovest di Napoli. Boulhaziz è stato travolto da un albero sdradicato dal forte vento che imperversa da ore su tutta la regione. Inutile l’intervento dei soccorritori, l’uomo è deceduto in ospedale.

Torrente esonda nell’avellinese

Drammatica invece la situazione a San Martino Valle Caudina, un paese nell’avellinese. Un fiume di fango e acqua ha invaso il centro del paese nelle scorse ore.

Il motivo? Lo straripamento del torrente Caudino a scorrimento sotterraneo. Tanta la paura dei cittadini, sono circa 300 le persone evacuate.