regina margherita

Una bimba affetta da una rarissima forma di scoliosi, legata ad altre patologie, è stata sottoposta a un intervento di correzione avanguardisti nel suo genere. L’intervento è stato effettuato all’ospedale Regina Margherita.

La scoliosi di una bimba di 5 anni è stata trattata non con busti e protesi, come d’altronde era stato fatto finora, bensì con delle barre magnetiche inserite parallelamente alla spina dorsale, che permetteranno alla piccola di condurre una vita normale e di non dover subire ulteriori interventi.

Una scoliosi a rapido aggravamento

La piccola presenta, all’età di 5 anni, diverse patologie malformate, un moderato ritardo psicomotorio e, soprattutto, una forma di scoliosi destra toracica a rapido aggravamento.

L’intervento ha permesso alla piccola di tornare alla sua vita di tutti i giorni nel giro di una settimana: le barre magnetiche che le sono state impiantate permetteranno un riallineamento della colonna vertebrale e le consentiranno di evitare interventi chirurgici. La piccola al momento è sottopeso (pesa solo 11 chili).

Le parole dell’ospedale

È stato l’ospedale a spiegare la differenza tra questa tecnica ed i trattamenti tradizionali: “In questi casi, per evitare che la deformità della colonna nel suo progressivo aggravamento comprometta la funzionalità degli organi interni alla gabbia toracica (cuore e polmoni), si effettua un intervento tradizionale di correzione della scoliosi con barre di accrescimento meccaniche che correggono la scoliosi senza bloccare la crescita della colonna vertebrale.

Questa metodica però necessita di successivi interventi chirurgici ogni 6-8 mesi per allungare le barre e seguire la crescita della colonna vertebrale”.