lorenzo fioramonti

Il ministro dell’Istruzione Fioramonti avrebbe consegnato oggi una lettera di dimissioni al premier Conte. Nella lettera consegnata al premier avrebbe spiegato che la sua decisione arriva dopo la sua richiesta, non accolta, di revisione dell’IVA per incassare i 2-3 miliardi che chiedeva per l’Istruzione. I quotidiani riportano fonti di Palazzo Chigi. 

Le dimissioni di Fioramonti

Erano giorni che girava voce che il ministero volesse dimettersi per formare un proprio gruppo parlamentare di appoggio al presidente Conte.

Nella lettera spiega che avrebbe rivisto l’IVA, anche lasciando l’aumento, per poter incassare i 2-3 miliardi che chiedeva per il suo ministero.

A fronte però delle decisioni prese dal governo, ha letto una non volontà di fare maggiore gettito e ha di conseguenza deciso che non c’erano più le condizioni per andare avanti.