uomo in coma in ospedale

Il 30 novembre un runner di montagna, Andrea Grilli, è stato vittima di un terribile incidente in montagna. È stato in coma per quasi un mese, ma le sue condizioni sono via via migliorate, fino al commovente momento del risveglio e delle prime parole alla moglie. A darne notizia è la società sportiva di cui fa parte il runner.

Il racconto dell’incidente

Si chiama Andrea Grilli ed è uno sportivo. Un Falco di Lecco, per la precisione, appassionati ed esperti di corse di montagna. È proprio la loro pagina Facebook a raccontare quanto accaduto all’amico e compagno Andrea, vittima di un terribile incidente il 30 novembre.


Quella mattina, si legge nel post, Andrea si stava allenando sul Resegone, monte sulle Prealpi Orobie. Era presto e probabilmente il terreno era ancora ghiacciato: questo sarebbe il motivo della quasi fatale caduta di Andrea. Un volo di parecchi metri, in un sentiero di montagna poco trafficato. Andrea Grilli viene ritrovato solo 2 ore dopo da un altro escursionista. Era in ipotermia, la temperatura si aggirava sui 24° ed aveva fratture e polmoni collassati, ma è vivo!

come dice il post.

Il periodo in coma di Andrea

Il racconto riportato dai Falchi di Lecco prosegue con la corsa all’ospedale di Bergamo, reparto terapia intensiva. Andrea era in condizioni grave e per prima cosa era fondamentale alzare la temperatura fino a 36°. A preoccupare, era anche un edema cerebrale, motivo per cui era stato anche messo in coma farmacologico. Dopo qualche giorno, viene riportato che i medici hanno iniziato a togliere la sedazione, ma senza risultati. Andrea Grilli non si svegliava dal coma, ma ogni giorno c’erano piccoli progressi.

Piccoli segni che alimentano la speranza e danno la forza per continuare a pregare” per la precisione.

Il risveglio e le parole alla moglie

Il 23 dicembre Andrea Grilli si è risvegliato dal coma. Nel post di Facebook viene raccontato che la moglie Ramona era accanto a lui, nel momento in cui ha riaperto gli occhi e ha detto “Ciao amore“. Poche semplici parole, che però hanno spazzato via le più cupe paure attorno alle condizioni di Andrea, alla sua possibilità di farcela. “Non potevi fare un regalo di Natale più bello a Ramona, ai tuoi bellissimi bimbi, ai tuoi genitori, a tutta la tua famiglia, ai tuoi amici e a chi ti vuole bene” scrivono i Falchi di Lecco.

Una storia simile a quella del 17enne di Desio, svegliatosi dal coma il giorno del compleanno della madre.

Probabilmente servirà ancora un lungo recupero, ma la storia di Andrea ha già un primo lieto fine. Il racconto si conclude con una citazione allo scrittore Paulo Coelho, quanto mai indicata per raccontare la caduta e la rinascita di Andrea Grilli: “Riusciamo a comprendere il miracolo della vita solo quando lasciamo che l’inatteso accada“.