valanga montagna

Emergono nuovi dettagli sulla tragedia che si è consumata in Val Senales, in Trentino Alto Adige, dove una valanga ha ucciso una donna e due bambine di 7 anni. Inizialmente, si era parlato solo di 2 vittime, poi la terribile notizia: anche un’altra bambina è rimasta uccisa. Stando a quanto riferiscono le agenzie, due delle vittime erano madre e figlia. Intanto, il direttore delle Funivie Ghiacciai Val Senales ha chiarito che questa mattina sul posto erano stati fatti dei sopralluoghi e non era stato riscontrato alcun pericolo.

Le vittime della tragedia in Val Senales

La terribile tragedia che si è consumata in Val Senales ha provocato 3 vittime, una donna di 25 anni, sua figlia e un’altra bambina.

Pare facessero parte della stessa comitiva di turisti, tutti di nazionalità tedesca.

Si trovavano sulla pista da sci nei pressi del ghiacciaio della Val Senales, quando una valanga lunga 150 metri e larga 500 si è abbattuta su di loro, senza lasciargli scampo. Come riferisce Repubblica, la donna rimasta uccisa insieme alla sua bambina di 7 anni era originaria di Hauterode in Thuringia, mentre l’altra bimba rimasta vittima della valanga era di Eschweiler, cittadina che si trova nei pressi di Aquisgrana, e anche lei aveva appena 7 anni.

Sarebbero rimasti feriti anche un bambino di 11 anni e suo padre, entrambi sarebbero adesso ricoverati presso l’ospedale di Merano. Sul posto, sarebbero intervenuti prontamente il Soccorso Alpino, i Carabinieri e la Guardia di finanza.

Non c’erano pericoli

Dopo la tragedia causata dalla valanga che si è abbattuta sulla pista da sci in Val Senales uccidendo una donna e 2 bambine, il direttore delle Funivie Ghiacciai Val Senales, Thomas Konstantin Stecher, è intervenuto spiegando che non erano stati riscontrati rischi.

Come riporta TGcom24, queste sono state le sue parole: “I nostri collaboratori questa mattina presto hanno valutato la situazione e non c’erano pericoli. Se avessero avuto dei dubbi non avrebbero certo aperto la discesa a valle“. Il direttore ha anche escluso che la terribile tragedia possa essere stata causata “da sciatori fuori pista.