Mani di due anziani

Ieri mattina 2 anziani coniugi sono stati trovati morti nella loro casa a Firenze: l’uomo si sarebbe sparato con un fucile, mentre la moglie è deceduta ma senza segni di evidente violenza. Aperta un’inchiesta: si teme possa essere un caso di omicidio-suicidio.

Trovati morti da un parente

La notizia arriva da Firenze, precisamente da una casa in via Caracciolo. Qui un parente delle vittime, preoccupato dal fatto che gli anziani non rispondessero al telefono, ha deciso di andare e verificare di persona. Una volta entrato in casa, la macabra scoperta: i 2 coniugi di 93 e 88 anni sono stati trovati morti.

La causa della morte dell’uomo, stando alle fonti, è sembrata subito evidente: l’anziano si sarebbe sparato con un colpo di fucile. La coniuge invece non presenterebbe segni evidenti di violenza, come uno sparo. Per questo motivo il pm che sta indagando sul caso disporrà l’autopsia sulla vittima.

Un possibile caso di omicidio-suicidio

A prima vista, sembrerebbe trattarsi di un caso di omicido-suicidio. Questa ipotesi è rilanciata anche da Repubblica, che ha offerto una ricostruzione più dettagliata e ha riportato alcune dichiarazione dagli amici del circolo Boccaccio di Firenze.

Qui l’anziano signore avrebbe detto “Se Marina se ne va, me ne vado anche io”.
I vicini di casa, si apprende sempre da Repubblica, avrebbero fatto sapere che nell’ultimo periodo la donna di 88 anni stava male ed era addirittura peggiorata. Da qui il sospetto che aleggia sul ritrovamento dei 2 cadaveri. L’anziano signore potrebbe aver soffocato la moglie, per poi rivolgere il fucile da caccia regolarmente detenuto contro se stesso.

Un caso drammatico, che potrebbe testimoniare il disagio di una malattia e l’impossibilità di accettare una vita senza la propria compagna.

Sarà l’autopsia e il lavoro degli inquirenti a stabilire le esatte dinamiche della vicenda, anche se la verità non toglierà nulla al senso tragico della loro morte.