Cronaca

Saldi, è scattata l’ora X: quando iniziano, regione per regione

Il tesoretto racimolato nelle vacanze natalizie è pronto a sfumare di fronte ai saldi invernali: quando iniziano regione per regione
donne con borse per lo shopping

Qualcuno diceva “i soldi non fanno la felicità“, ma i saldi si. Cosa c’è di più bello di Natale e Capodanno se non l’arrivo dei saldi, quelli che davvero possono fare la felicità! Pronti, via: anche gli italiani in alcune regioni hanno già iniziato a vestire i panni di Rebecca Bloomwood, la protagonista “malata di shopping” di I love Shoppin, un vero e proprio cane da tartufo per sconti e pezzi unici!

Saldi, quando iniziano regione per regione

Secondo le stime dell’Ufficio Studi Confcommercio saranno circa 15 milioni le famiglie italiane che in questi giorni che separano l’inizio del nuovo anno dalla prima metà di gennaio varcheranno le soglie dei negozi in vista di compere!

Una spesa media a famiglia di circa 324 euro e 5,1 miliardi di movimenti generali all’insegna di uno shopping che segue le regole di un solo mantra: “è in saldo”.

È già scattata l’ora X del taglio ai prezzi pieni in Basilicata, Valle d’Aosta, Sicilia e mentre dal 4/5 gennaio tutto il resto dello Stivale verrà travolto dalla smania formato sconto. Nello specifico, il 4 gennaio sarà la volta di Lazio, Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Toscana, Trentino e Veneto.

Dal 5 gennaio si accoderanno le restanti regioni come Basilicata, Emilia-Romagna, Molise, Puglia, Umbria

Il vademecum del buon saldo

Dagli utensili per la casa ai vestiti, dai profumi alle scarpe: la guerra al capo saldato è già iniziata. È bene però, proprio per non rimanere vittime della febbre da shopping, ricordare alcune buone regole da seguire onde evitare brutte fregature. Anzitutto, fidarsi è bene non fidarsi è meglio: il buon consumatore controlla sempre infatti il prezzo dell’oggetto sull’apposito cartellino quando ancora non era saldato.

Cambiare la merce saldata? Sì, per legge si può ma a patto ovviamente di presentarsi in cassa con scontrino e merce che sia intatta, esattamente uguale a come è stata acquistata. Attenzione anche agli sconti su merce che non appartiene a collezioni che fanno parte effettivamente della stagione passata, diffidate da sconti da capogiro su merce che effettivamente è rimasta a macerare nel magazzino da anni. Come fa presente Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio: “Il 2020 sarà un anno all’insegna della sostenibilità anche per la moda.

Ci sembra quindi importante iniziarlo con ‘saldi sostenibili’ che permetteranno ai consumatori di fare acquisti consapevoli dal punto di vista non solo socio-economico, ma anche etico-ambientale“.

Potrebbe interessarti