sirena di un mezzo dei vigili fuoco

Avrebbe circa 60 anni la donna morta nel rogo sviluppatosi all’interno di un appartamento a Bari. Le cause dell’incendio, secondo quanto emerso finora, non sarebbero ancora chiare e sul posto sono intervenuti Vigili del fuoco e Polizia. La vittima sarebbe un’insegnante.

Rogo in casa a Bari: morta una donna

Una donna di circa 60 anni è morta in un incendio all’interno di un appartamento di via Quintino Sella, a Bari. A riportarlo è l’Ansa, secondo cui sul posto sarebbero impegnate due squadre dei Vigili del fuoco e 3 mezzi di supporto, oltre al personale del 118 e alla Polizia.

Al momento non sono emersi dettagli sulle cause del rogo, che avrebbe avvolto le stanze dell’abitazione all’ultimo piano di una palazzina. La vittima sarebbe una docente universitaria in servizio presso la Facoltà di Scienze Politiche.

Dinamica al vaglio degli inquirenti

La dinamica dell’accaduto è al vaglio degli inquirenti, e non sarebbe stata ancora chiarita l’origine dell’incendio. Secondo quanto riportato da Repubblica, la donna rimasta uccisa nel rogo sarebbe originaria di Glasgow, in Scozia, ma da tempo residente in città e impiegata come lettrice di inglese presso l’Università.

La notizia arriva a poche ore da un altro terribile fatto, registrato in provincia di Caserta. Anche in questo caso, un incendio si è rivelato fatale per due persone, vittime delle fiamme sprigionatesi all’interno di una casa di riposo di Carinola. I Vigili del fuoco sono riusciti a salvare 4 degli anziani ospiti della struttura, mentre gli altri avevano già guadagnato una via di fuga prima dell’intervento dei soccorsi. Anche in questo caso, sulle cause dell’incendio sono in corso accertamenti tecnici che, nelle prossime ore, potrebbero fornire un quadro più nitido dei fatti.

Da una prima ricostruzione, sembra prendere corpo l’ipotesi che le fiamme siano partite da un locale utilizzato come lavanderia.