Massimo Giletti

Il 2020 di Massimo Giletti inizia con una terribile perdita: è morto il padre, Emilio Giletti. L’uomo aveva 90 anni e, secondo quanto si apprende, si è spento in ospedale, dove era ricoverato. Originario della provincia di Biella, era proprietario dell’omonima azienda tessile, la Giletti S.p.A, dove lo stesso presentatore aveva lavorato.

Lutto per Giletti: morto il padre Emilio

Lutto per Massimo Giletti, che ha perso il padre 90enne nella giornata del 4 gennaio 2020. Un inizio del nuovo anno terribile per il conduttore, che dice addio all’anziano genitore deceduto in ospedale, dove si trovava ricoverato.

Emilio Giletti, secondo un ritratto proposto dal Corriere della Sera, era un uomo dedito al lavoro e immerso nella sua attività di imprenditore, a capo della Giletti S.p.A, nota azienda del settore tessile.

È proprio qui che avrebbe lavorato per diverso tempo anche il conduttore di Non è l’Arena, prima di avviarsi alla fortunata carriera televisiva.

Una vita da imprenditore

La vita di Emilio Giletti, dunque, è stata quella di un brillante imprenditore particolarmente noto e apprezzato nel tessuto industriale biellese. Classe 1929, lascia la moglie, Giuliana, e i loro 3 figli: Maurizio, Emanuele e Massimo Giletti.

La sua azienda è sorta a Ponzone, frazione del Comune di Valdilana (Biella) e si è imposta tra le realtà più importanti nel settore della produzione di filati.

Secondo quanto riportato dal sito News Biella, il padre del conduttore avrebbe dato il suo contributo alla realizzazione del locale palazzetto dello sport, la cui inaugurazione è avvenuta nel 2017 e il cui nome è ‘Pala Giletti’.