Joao de deus, santone e chirurgo psichico

Uno dei più grandi scandali di violenza sessuale nella storia del Brasile è arrivato ad un primo verdetto. Il santone noto come João de Deus è stato condannato a 19 anni e 4 mesi di galera per lo stupro di 4 donne. Tuttavia, sono oltre 300 le accuse saltate fuori, tra cui anche quelle della figlia.

Un santone diventato fenomeno mediatico

Il suo vero nome è João Texeira de Faria ed è il suo caso è una sorta di #metoo brasiliano. João Texeira, meglio noto come João de Deus (Giovanni di Dio) di professione però non fa il produttore cinematografico, ma il santone.

Oggi ha 78 anni e in oltre 40 anni di carriera, secondo un dato riportato da Associated Press, è stato stimato abbia “curato” oltre 10.000 pazienti a settimana. Un numero enorme di persone che accorrevano da lui a Brasilia (capitale dello stato) perché dichiarava di poter curare tutto, dalla depressione al cancro.

Intervistato anche da Oprah Winfrey

Il suo lavoro aveva raggiunto una portata enorme in Brasile e all’estero, guadagnandosi spazi televisivi nei più importanti show mondiali. Il santone brasiliano era stato infatti raggiunto dalla “Regina di tutti i media” Oprah Winfrey.

Nel 2012 la conduttrice, tra le più influenti personalità pubbliche americane di sempre, lo aveva raggiunto in Brasile e aveva dichiarato che fosse “un’ispirazione“.
Di fronte a lei l’uomo, definito un “chirurgo psichico“, aveva eseguito anche un’intervento senza anestesia su una paziente che dopo aveva sentito “un enorme senso di pace“, come riportato da numerose fonti estere. Di quell’intervista ora però non c’è più traccia, perchè è stata cancellata l’anno scorso a seguito delle pesati accuse contro il santone.

Il video con alcuni “interventi spirituali”

Oltre 300 accuse di molestie sessuali

Proprio come nel caso del #metoo statunitense, anche in Brasile alle prime accuse contro João Texeira de Faria ne sono seguite decine, quindi centinaia d’altre. Tutto è cominciato nel 2018 quando sono cominciate a circolare nuovamente voci e prime denunce su abusi e violenze sessuali, anche su minorenni. Le vittime lo incontravano per le sue presunte cure miracolose e venivano così molestate e addirittura stuprate. Un caso mediatico, vista la portata del personaggio, che ha fatto molto scalpore non solo nel paese sudamericano.

Tra chi accusa il santone, inoltre, c’è anche la figlia.

Le accuse della figlia Dalva

A seguito dello scandalo, persino la figlia Dalva Teixeira si è fatta avanti per denunciare il padre, definito “un mostro“. Nelle sue parole riportate da numerose fonti estere, la donna ha infatti confessato come l’uomo l’abbia molestata e stuprata più volte quando aveva tra i 10 e i 14 anni. Il tutto con la scusa di presunti trattamenti mistici. Gli abusi si sarebbero interrotti quando la giovane è rimasta incinta di uno dei dipendenti del santone, che l’avrebbe poi picchiata così tanto da farla abortire.

Condannato a 19 anni di carcere

Delle oltre 300 accuse finora presentate, il santone è stato già condannato in primo grado per 4 stupri su donne. Nello scorso dicembre un tribunale brasiliano lo ha infatti trovato colpevole e condannato a 19 anni e 4 mesi di carcere. Gli avvocati, riporta l’Associated Press, hanno già annunciato ricorso, ma oltre a questo processo ce ne sarebbero altri in corso per ulteriori 10 casi di violenza sessuale.