alfonso signorini

Note dolenti per Alfonso Signorini all’indomani del suo debutto al Grande Fratello Vip. Secondo il bilancio degli ascolti, il debutto del reality, giunto alla sua quarta stagione, non ha raggiunto le vette di share sperate.

Battuto inesorabilmente da Mamma Rai, che nemmeno si era impegnata per contrastare la concorrenza in questo mercoledì post vacanze natalizie, il Grande Fratello Vip incassa la sconfitta.

Alfonso Signorini battuto dalla Rai

Ci eravamo convinti che ci fosse grande attesa per questa nuova edizione del GF Vip. Dopo i primi 3 anni della conduzione di Ilary Blasi, questo 2020 vede Alfonso Signorini, che nelle scorse edizioni ha affiancato la signora Totti, unico timoniere.

Ma l’esordio da “solista” per il direttore di Chi non è stato esplosivo.

Il suo Grande Fratello Vip ha totalizzato un numero discreto di ascolti. Tuttavia non sufficienti a battere la concorrenza Rai. Non è bastato quindi il cast ricercatissimo, né l’attesa febbrile creata sui social negli ultimi mesi, a sfondare l’asticella dei dati d’ascolto.

La Rai vince senza strategie

Il podio degli ascolti ieri se l’è guadagnato viale Mazzini, che nemmeno aveva messo in piedi una strategia forte per contrastare la “minaccia” del competitor.

Il film Heidi su Rai 1 ha interessato 4.437.000 di telespettatori, a fronte dei 3.405.000 di Signorini, che comunque si guadagna un signor secondo posto. Mentre al terso si piazza Italia Uno, coni suoi 1.878.000 spettatori sintonizzati per il film Safe. Resta fuori per un soffio Rai 3 di Chi L’Ha Visto.

Ottime chance per Milly Carlucci

I dati Auditel registrati ieri sono rincuoranti per Milly Carlucci che, questo venerdì, si troverà a fronteggiare la seconda puntata del Grande Fratello Vip.

Il suo format, Cantante Mascherato, ha già ingolosito il pubblico con la crescente curiosità che aleggia attorno al cast top-secret.

Dunque, se Grande Fratello Vip non è riuscito a guadagnare il podio alla prima puntata, ci sono ottime chance per Milly di conquistarlo nel fine settimana. Chissà? Non resta che attendere domani!