cachet gf vip

Il Grande Fratello Vip è ripartito con una prima puntata umiliante per buona parte del cast. Finti svenimenti, ingressi in casa da posticci scarichi fognari, respirazioni bocca a bocca, sessantenni costretti a nascondersi per improvvisare scherzi da asilo. Tutto questo ha un prezzo, e non si parla solo della speranza di riavere un posto al sole nel palinsesto: si parla di cachet.

A ogni star il suo cachet

In casa sono entrati personaggi piuttosto noti, volti che hanno fatto la storia della televisione: da Michele Cucuzza ad Antonella Elia, da Adriana Volpe a Fabio Testi.

Accanto a loro anche starlette dell’ultim’ora, webstar prestate da Instagram o personaggi spinti in alto solo da gossip e tradimenti. Pensare che non si facciano due pesi e due misure è impossibile, così come lo è ipotizzare un cachet democratico uguale per tutti i concorrenti. Conduttori, giornalisti, attrice: ognuno è nella casa per lavorare e come tale è retribuito.

pupo gf vip
pupo al gf vip

La cifra dipende dalla notorietà

Durante la conferenza stampa di presentazione con i giornalisti – in cui erano presenti oltre al conduttore anche Endemol e Mediaset – è stato chiarito proprio questo punto.

Nonostante nessuno abbia mai dato dei numeri chiari e precisi sono state rese evidenti le dinamiche di ingaggio. Il cachet, infatti, “dipende dal personaggio e dalla sua notorietà” e la cifra finale è frutto di una contrattazione: “Imbastiamo ogni singola trattativa per arrivare ad una conclusione. Se non si arriva ad una conclusione amici come prima. È un’attività lavorativa e questi signori percepiscono un compenso per la loro partecipazione”. La produzione ha poi chiarito come l’elemento economico non possa essere centrale nella decisione di entrare nella casa o meno “perché una persona deve essere convinta ed avere il piacere di farlo”.

Inoltre, in molti casi, esiste una regola non ufficializzata: più resti nella casa più guadagni perché il cachet è diviso in settimane.

alfonso signorini
Alfonso Signorini al GF Vip