Violenza su una donna

Un uomo di 30 anni di origine sudamericana, detenuto in permesso premio, avrebbe segregato e abusato dell’ex fidanzata per 3 giorni. A raccontare la storia La Nazione, che riporta come l’episodio sia risalente agli inizi dell’anno. Massimo riserbo da parte della Questura di La Spezia, con la Squadra Mobile che indaga sul caso.

Esce in permesso premio e stupra l’ex fidanzata

L’uomo si trova detenuto nella casa circondariale di via Fontevivo, La Spezia, come riportano le fonti locali. Condannato a scontare diversi mesi, avrebbe avuto un permesso premio di 3 giorni e appena uscito sarebbe andato alla ricerca dell’ex fidanzata.

La donna, 25 anni, avrebbe cominciato una relazione con un’altra persona e il detenuto avrebbe minacciato di ucciderla se la storia fosse continuata. Avrebbe inoltre tentato di imporre alla 25enne di tornare insieme a lui.

La donna sarebbe stata minacciata con un coltello dall’uomo, che l’ha costretta a seguirlo in casa. Lì sarebbe stata rinchiusa per 3 giorni, durante i quali sarebbe stata malmenata e violentata più volte dal detenuto. L’uomo l’avrebbe inoltre costretta a scrivere dei messaggi ai familiari in cui diceva loro che era rimasta a dormire a casa di un’amica, in modo che la sua assenza non li insospettisse.

Viene soccorsa dagli amici e denuncia l’uomo

La donna sarebbe stata rilasciata quando il 30enne è tornato in carcere finito il permesso premio. A quel punto avrebbe incontrato un’amica che, vedendola coperta di lividi e tagli, l’ha soccorsa. È stata subito portata in ospedale e avrebbe raccontato cosa le era successo, decidendo di sporgere denuncia contro il suo aguzzino. Sono immediatamente partite le indagini della Squadra Mobile, che si sta occupando del caso.

L’uomo, che si trova già in carcere, non è stato oggetto di esigenze cautelari ed è stato denunciato per sequestro di persona e violenza sessuale.