Una foto di Reynhard Sinaga

Per la prima volta, a distanza di due anni dall’inizio delle indagini, la polizia inglese ha reso noti alcuni dettagli relativi all’arresto dello stupratore Reynhard Sinaga, studente indonesiano di 36 anni residente a Manchester.

Chi è Reynhard Sinaga

Reynhard Sinaga era arrivato in città con un visto per studio e una laurea in Architettura. Ha iniziato a frequentare nell’agosto 2007 l’Università di Manchester, dove ha completato una laurea magistrale in Pianificazione nel 2009 e un Master in Sociologia nel 2011.

Dal suo arrivo in Inghilterra ha iniziato a vivere apertamente la sua omosessualità, trovando anche un appartamento non lontano dal gay village di Manchester, a Princess Street, in pieno centro.

Appartamento che era anche il luogo in cui consumava le sue aggressioni sessuali.

Lunedì 6 gennaio Sinaga, che sta già scontando in carcere diverse condanne all’ergastolo, è stato giudicato colpevole per lo stupro o l’aggressione sessuale di altre 48 persone, portando il numero totale delle sue aggressioni a circa 200.

Un impressionante numero di vittime

In quattro processi separati, il cittadino indonesiano è stato dichiarato colpevole di 136 capi di stupro, otto di tentativi di stupro, 14 aggressioni sessuali e 48 aggressioni con penetrazione.

Gli investigatori affermano però di non essere stati in grado di identificare altre 70 vittime e che ora fanno appello a chiunque ritenga di essere stato abusato da Sinaga di farsi avanti.

L’ex studente, che stava già scontando una pena con un periodo minimo di 20 anni di carcere per i reati di cui era stato condannato in due precedenti processi avvenuti nell’estate 2018 e nella primavera scorsa, ha visto aggravarsi la sua posizione con l’aggiunta di altri ergastoli (arrivati all’impressionante numero di 88) e il periodo minimo di reclusione aumentato a 30 anni.

Il primo reato accertato di Sinaga si è verificato nel giorno di Capodanno 2015. L’uomo, un eterosessuale come la maggior parte delle vittime di Sinaga, non ricordava nulla di quanto accaduto quando si è svegliato il giorno successivo.

Sinaga aspettava che gli uomini uscissero dai locali notturni prima di condurli nel suo appartamento, dove offriva loro una bevanda probabilmente alterata con GHB, una sostanza usata anche come droga da stupro. Sinaga quindi aggrediva le vittime incoscienti filmando il tutto con il suo smartphone, sul quale sono stati trovati 3,29 TB di immagini e video delle aggressioni sessuali, in un caso della durata di otto ore.

Il peggior stupratore della storia inglese

Il ragazzo ha negato ogni accusa, affermando che tutte le attività sessuali erano consensuali e che ogni uomo aveva accettato di essere filmato fingendo di dormire, una difesa definita dai giudici “ridicola”.

Il Crown Prosecution Service (CPS) ha affermato che Sinaga è “lo stupratore più prolifico nella storia legale britannica”, aggiungendo che “non sarà mai sicuro per la comunità un suo rilascio”.