Elena Fabrizi, in arte Sora Lella

Un volto, una voce e un atteggiamento indimenticabile, di un personaggio che resterà per sempre nel cuore delle generazioni che l’anno vissuta. Si parla di Elena Fabrizi, per tutti la Sora Lella: attrice e matrona degli italiani. Il nipote ha raccontato qualche aneddoto sulla sua vita, alcuni molto tristi.

La Sora Lella, molto più che la sorella di Aldo Fabrizi

È scomparsa da quasi 30 anni Elena Fabrizi, ma è difficile trovare qualcuno che non abbia mai riso con una battuta verace della Sora Lella. Diventò celebre grazie ai film di Carlo Verdone, nei quali interpretava sempre la figura matriarcale di una nonna senza peli sulla lingua, ma con tanto amore e generosità.

Come era lei, d’altronde. Era però anche sorella d’arte, e che arte: il fratello era infatti Aldo Fabrizi e gli aneddoti sulla rivalità e l’invidia (bonaria) tra i due sono numerosi. Sono stati anche racchiusi in uno spettacolo in scena a Roma dal titolo L’acqua e la Farina, per la regia di Antonio Nobili.
Per lanciare l’evento, il nipote Mauro Trabalza è stato ospite da Caterina Balivo a Vieni da Me, dove ha raccontato qualche aneddoto in più e offerto il suo ricordo della nonna Lella.

Il tradimento e il ritorno del marito

Nonna aveva un carattere forte, molto battagliera ma anche molto dolce“. Inizia così l’intervista a Mauro Trabalza, primo nipote di Elena Fabrizi. Cresciuto assieme a lei, ha potuto testimoniare che personaggio e persona nel caso della Sora Lella coincidevano in pieno. Verace, di cuore, ma anche con un passato di sofferenza.
Il nipote ha raccontato che: “È rimasta da sola, era stata tradita dal nonno, era andato con un’altra“.

In pieno stile Verdone, però, la triste vicenda ha anche un risvolto simpatico: “Si erano lasciati per un periodo. Quando scoprì il tradimento disse: ‘sai che c’è? Tanto un giorno ritornerà, scotchato perchè farà un incidente che non finisce mai, però lui se salva’. Un giorno suonano e c’è mio nonno tutto fasciato. E lei gli fa ‘entra va‘.

Il taglio dello spettacolo teatrale

Oltre al tragicomico racconto sul matrimonio di Sora Lella, nel corso della puntata di Vieni da Me si è anche specificato il tipo di taglio che avrà lo spettacolo teatrale, cosa vuole mostrare.

Il regista Antonio Nobili, infatti, ha sottolineato un aspetto della donna: “Ha vissuto il tradimento, la povertà, come il fratello. Loro sono miti: non hanno mai abbandonato nelle rughe del viso la povertà da cui venivano. Della miseria hanno fatto una bandiera“.