Francesca Pascale e Silvio Berlusconi

I pettegolezzi sulla presunta romantica intesa tra Silvio Berlusconi e l’onorevole Marta Fascina si rincorrono da tempo, e sono arrivati anche a Francesca Pascale, attuale compagna del leader di Forza Italia. Un rumor succulento che trabocca dal gossip alla politica, ma su cui arriva una secca smentita da parte della (in)diretta interessata. Ai microfoni di Novella 2000, Francesca Pascale dice la sua sulla questione.

Berlusconi e Fascina insieme? Francesca Pascale non ci sta

Nessuna alba di crisi tra Silvio Berlusconi e Francesca Pascale, almeno secondo le ultime notizie emerse durante un’intervista di quest’ultima a Novella 2000.

Roberto Alessi, direttore della rivista, ha parlato della questione proprio con la compagna del leader di FI, alla luce del rovente rumor su una presunta liaison tra Berlusconi e la deputata Marta Fascina.

A rilanciare il gossip era stato il sito Dagospia, con un riferimento al trasferimento della donna ad Arcore. Francesca Pascale non ci sta e smentisce, rivelando quanto a sua conoscenza: “Anche io ho appreso la cosa attraverso i siti, in primis attraverso Dagospia, (Marta Fascina, ndr) è stata messa al fianco del mio Presidente da Lucia Ronzulli (senatrice di FI, ndr)”.

A detta della Pascale, dunque, si tratterebbe di una vicinanza per motivi di lavoro, dal momento che Marta Fascina è l’assistente della Ronzulli. Sarebbe questo il motivo per cui la deputata “vive e dorme ad Arcore“.

“Se fosse vero, tra me e lui finirebbe tutto”

Il fatto che Marta Fascina si trovi ad Arcore non costituirebbe un segnale di ‘pericolo’ nell’orizzonte della relazione tra Francesca Pascale e l’ex Cavaliere. Lo rivela lei stessa, precisando l’abitudine secondo cui il leader di Forza Italia è solito lavorare a distanza ravvicinata con i suoi collaboratori.

Silvio dorme sempre da me“, ha aggiunto in risposta ai pungenti pettegolezzi che la vorrebbero sempre più lontana da lui. Per il resto, Francesca Pascale ha detto di non aver molto altro da dichiarare, salvo un ultimo inciso: “Se scoprissi che in questa storia c’è qualcosa di vero, tra me e il Presidente finirebbe tutto“.