La piccola mano di Isabella

Un articolo del Daily Mail di questi giorni ha riportato l’attenzione dei lettori oltremanica sul caso della piccola Isabella Evans, la più piccola bambina nata nel Regno Unito negli ultimi 15 anni.

La nascita prematura di Isabella

Quando Kym Brown scoprì di essere rimasta incinta, nel dicembre 2017, per lei e il suo compagno Ryan Evans fu una notizia meravigliosa che li riempì di gioia. Uno stato che purtroppo durò poco, fino alla scoperta di Kym di avere una preeclampsia, una sindrome potenzialmente fatale sia per la madre che per il bambino.

L’ennesimo duro colpo venne inferto alla coppia quando una scansione a 21 settimane mostrò che la piccola Isabella aveva smesso di crescere. Quando la sua frequenza cardiaca iniziò a diminuire i medici decisero di effettuare un taglio cesareo.

Alla ventiquattresima settimana, il 14 iugno 2018, Isabella vide per la prima volta la luce. In senso metaforico almeno. Appena nata pesava meno di 60 grammi, decisamente inferiore al peso di una lattina di cola, e le sue mani erano più piccole di una moneta.

Venne immediatamente messa in un’incubatrice. Dopo tre settimane i medici realizzarono che il suo intestino era bucato e i suoi occhi malati. Subì in tre mesi due interventi intestinali e un intervento chirurgico al laser agli occhi. Le probabilità di sopravvivere erano del 5%.

Le operazioni e il primo Natale a casa

In un’intervista Kym Brown, direttrice di un ristorante, dichiarò: “Ci eravamo preparati al peggio, quindi quando abbiamo ricevuto la telefonata e abbiamo saputo che l’operazione era andata bene siamo rimasti scioccati.

Pochi giorni prima di Natale del 2018 Isabella potè finalmente entrare nella sua casa a Bishop’s Cleeve, nel Gloucestershire. La venticinquenne Kym e il suo compagno Ryan, di un anno più grande, passarono le feste a prendersi cura della loro piccola.

A distanza di pochi mesi, nel giugno dello scorso anno, le testate britanniche sono tornate a occuparsi del caso riportando la notizia dei festeggiamenti del primo compleanno di Isabella.

Il padre di Isabella disse che “questo non è solo un compleanno, ma una celebrazione della sopravvivenza“. Durante il piccolo party casalingo, dopo aver ringraziato tutti i presenti, Ryan aggiunse “Per molto tempo abbiamo pensato che non sarebbe arrivata a questo punto. Ora siamo finalmente una famiglia. Manca una sola cosa per esserlo in tutto e per tutto” prima di inginocchiarsi per proporre a Kym di sposarlo.

Gli ultimi aggiornamenti sulla salute di Isabella

Recentemente intervistata, la coppia ora felicemente sposata ha parlato dei progressi della loro figlia: “Gattona, prova a mettersi in piedi e ha un grande appetito. Il suo cibo preferito è un panino con formaggio e avocado. È sempre felice e sorride a tutti quelli che incontra. È incredibile fino a che punto è arrivata.

E a pensare che la piccola Isabella è stata la più piccola bambina nata nel Regno Unito dal 2003, con una percentuale di sopravvivenza del cinque percento, sembra davvero una storia meravigliosamente incredibile.