Raimondo Todaro

Raimondo Todaro è stato ospite di Vieni da me, condotto da Caterina Balivo. Il ballerino, nel salotto di Raiuno, ha parlato del programma Il Cantante Mascherato condotto da Milly Carlucci, pronunciando una frase destinata probabilmente a far discutere.

Todaro commenta l’eliminazione del “Barboncino”

Ospite di Vieni da me, Raimondo Todaro dice la sua sul programma del momento e cioè Il Cantante Mascherato che, per il secondo venerdì consecutivo, ha vinto la gara degli ascolti contro il Grande Fratello Vip. Nella seconda puntata è stata eliminata Arisa, nelle vesti del barboncino e, a questo proposito, Todaro ha rivelato: “Venerdì sera erano tutti tristi per l’eliminazione di Arisa.

Sembrava un mortorio!”. Ha poi aggiunto che gli è molto dispiaciuto che sia uscita lei. Todaro ha perfino rincarato la dose e a Caterina Balivo ha detto: “Rossella può confermarlo: venerdì sera, dopo l’eliminazione di Arisa, lì sembrava ci fosse un funerale. E lei piangeva”.

D’altronde, tutti sono rimasti sbigottiti dall’eliminazione del Barboncino. A questo proposito, Pippo Pelo, conduttore radiofonico, anch’egli nel salotto dalla Balivo ha rivelato: “È uno show che mi piace molto perchè in Italia spesso la musica viene presa troppo sul serio”.

Il Cantante Mascherato rinnovato per una seconda edizione

A Il Cantante Mascherato il gioco sta entrando nel vivo e Raimondo Todaro ha asserito di non aver mai sospettato che dietro la maschera del Barboncino si celasse Arisa perché, secondo il ballerino, era l’unica a sapersi muovere. A Vieni da me, il ballerino e Caterina Balivo sono stati protagonisti anche di un vero e proprio siparietto. Infatti, il giovane ha regalato una maschera alla conduttrice che, però, sembra non aver gradito: “Posso toglierla? Mi dà fastidio”, ha chiesto la Balivo.

Nel frattempo, per gli appassionati del programma è arrivata una buona notizia. Infatti, gli ascolti del programma sono stati così soddisfacenti da garantirgli una seconda edizione che potrebbe andare in onda già a partire dall’autunno.