paolo jannacci e michelle hunziker

Paolo Jannacci, il figlio del compianto cantautore milanese Enzo Jannacci, è identico a suo padre ma, oltre alla somiglianza fisica, c’è ben altro. Infatti, anche Paolo ha deciso di seguire le orme del padre nel mondo della musica, raggiungendo importanti traguardi.

Chi è il figlio di Enzo Jannacci

Paolo Maria Jannacci, è nato il 5 settembre del 1972 a Milano ed è un musicista professionista dal 1998. Ha coltivato la sua passione per la musica fin da piccolo, iniziando lo studio dello strumento all’età di sei anni con Lina Marzotto Pollini e Davide Tai, proseguendo poi con suo padre, Enzo Jannacci, Paolo Tomelleri e il Maestro Ilario Nicotra, negli studi di strumento e armonia e, a 16 anni, è diventato musicista professionista imparando a suonare il basso, la fisarmonica ed il pianoforte.

Visualizza questo post su Instagram

Creating #nohashtag

Un post condiviso da Paolo Maria Jannacci (@paolojannacci) in data:

Parallelamente ha continuato con una formazione linguistico-umanistica e nel 1990 si è diplomato in lingue al liceo linguistico Internazionale di Milano. Nel 2008 decise di perfezionarsi musicalmente presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Como, con il maestro Carlo Morena.

Il rapporto con suo padre

Nonostante abbia deciso di intraprendere le orme del padre, il rapporto tra Paolo ed Enzo Jannacci non è sempre stato idilliaco.

Infatti, come ha lui stesso dichiarato in un intervista a Vanity Fair, la relazione è stata tesa per alcuni anni: “Nel rapporto tra noi, io ero quello che cercava di far quadrare le cose di mettere la cornice migliore. Ponevo paletti, anche troppi, alla sua esuberanza. Pensavo di proteggere la sua arte. Ma la scatola che costruivo era sempre troppo piccola. Ci sono voluti anni perché riuscissimo a comprenderci e lasciarci liberi di esprimere quello che eravamo“.

L’attività professionale di Paolo Jannacci

L’attività professionale di Paolo Jannacci spazia in molti campi: colonne sonore per film, pubblicità, produzioni discografiche e recitazione.

Inoltre, suona jazz con il suo trio, formato da Marco Ricci e Stefano Bagnoli, con i suoi duo: uno con Daniele Moretto alla tromba e flicorno, l’altro con Luca Meneghello alla chitarra acustica ed elettrica, e con il suo quartetto: Marco Ricci, Stefano Bagnoli e Daniele Moretto.

Inoltre, nella sua carriera artistica, si può annoverare anche il titolo di direttore d’orchestra anche sul palcoscenico di Sanremo. A tal proposito, dopo aver diretto l’Orchestra sinfonica del Festival di Sanremo nel 1998 per Enzo Jannacci e nel 2004 per Gino Pacifico, il 31 dicembre 2019 è stata annunciata la sua seconda partecipazione, la prima volta come big, alla manifestazione canora come cantante con il brano Voglio parlarti adesso, dopo aver duettato nel 2019 con Enrico Nigiotti.

Curiosità sul big del Festival di Sanremo

Da bambino, Paolo Jannacci, sognava di fare il chirurgo. L’artista è sposato con una donna di nome Chiara ed hanno una figlia, Allegra, nata nel 2008. Secondo i rumors la moglie lo avrebbe conquistato cucinando uno dei suoi piatti preferiti, l’arrosto in crosta.

Inoltre, ha recitato in diverse pellicole: South Kensington di Carlo Vanzina ed Enrico Vanzina, La febbre di Alessandro D’Alatri e in Cascina Vianello La Paura nella Stalla, è un insegnante di musica d’insieme presso il CPM, Centro Professione Musica, a Milano ed ha scritto un libro: Aspettando al semaforo.