bambino gesu

Serena Piccolo ha 17 anni ed è un ex atleta agonista di nuoto. Un mese fa circa, la sua vita è stata stravolta da una terribile diagnosi: anemia plastica, conosciuta anche come aplasia midollare.

Da allora, la sua famiglia ha cominciato a far circolare il disperato appello: è necessario trovare un donatore di midollo per salvarla.

Come il piccolo Alex

lI suo caso ricorda molto quello del piccolo Alex, il bimbo affetto da linfoistiocitosi emofagocitica per il quale moltissimi italiani si erano mobilitati nella disperata ricerca di un donatore. Alla fine è stato il papà stesso a donargli il midollo ed ora il piccolo Alex sta bene.

Ora anche la famiglia di Serena Piccolo spera che si faccia avanti un donatore compatibile. Tutta la famiglia si è sottoposta alle analisi del caso, ma nessuno di loro è risultato compatibile. Serena è stata ricoverata prima al Cardarelli, ed ora si trova a Roma al Bambin Gesù.

L’appello sui social

Nella nota diffusa su Facebook dai famigliari si legge: “Stiamo chiedendo a tutti di sensibilizzare quanti più giovani (18 – 35 anni) all’iscrizione al registro europeo per le donazioni di midollo con la speranza di salvare Serena e tanti altri ragazzi (e sono tanti!) che ne hanno bisogno.

L’Aplasia Midollare è considerata una malattia rara in quanto si contano in media solo 2 casi ogni milione di persone. Per maggiori informazioni basta andare sul sito ADMO. Tutto quello che potete fare è ben accetto…”.

A diffondere l’appello è stato anche Mattia De Cicco, assessore alle politiche sociali di Pomigliano D’Arco, che sul suo sito ha fatto un video appello. Nel video, De Cicco dice: “Ora finalmente abbiamo l’opportunità in zona, di dare il nostro contributo”.

Per donare, si può contattare il Policlinico di Napoli (telefonando al 0817462531), al Policlinico Vecchio (centro trasfusionale: 0815665064/78) o al Cardarelli (centro trasfusionale 0817472492).

#perSerena #perAmore

Gepostet von Mattia De Cicco am Donnerstag, 23. Januar 2020