Mihajlovic

Di queste ore la notizia che l’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic deve tornare in ospedale per sottoporsi ad un nuovo ciclo di cure. L’ex calciatore serbo da mesi lotta contro la leucemia e negli scorsi mesi era stato dimesso dopo il buon esito del trapianto di midollo.

La nota dell’ospedale Sant’Orsola

Dopo una domenica di Serie A in cui Sinisa Mihajlovic si è regolarmente seduto sulla sua panchina del Bologna, questa mattina l’ospedale presso cui Mihajlovic sta effettuando le cure per la leucemia, il Policlinico Sant’Orsola, ha rilasciato un comunicato.
Nella stessa, viene riferito che l’allenatore è tornato “all’Istituto di Ematologia ‘Seragnoli’ per essere sottoposto a una terapia antivirale“.

Tale procedura, spiega la nota “può rendersi necessaria, come nel caso in oggetto, dopo il trapianto di midollo osseo da donatore“.

La battaglia di Mihajlovic con la leucemia

L’annata calcistica era iniziata con la notizia shock data da Sinisa Mihajlovic, che preannunciava un allontanamento dai campi per curarsi dalla leucemia.
Da allora, un ciclo di curo dopo l’altro, fino al tanto atteso trapianto di midollo arrivato più di due mesi fa.

Lo stesso Mihajlovic ha a più riprese raccontato la sua lotta contro la malattia, scendendo nei dettagli delle 13 chemioterapie in 5 giorni. Ha da poco tagliato il traguardo degli 80 giorni dall’intervento, ma ancora non è uscito dalla zona critica dei 100 giorni. Questa terapia antivirale sembrerebbe essere parte del ciclo di trattamenti post-intervento.

La nota dell’ospedale Sant’Orsola si conclude così: “I sanitari ritengono che la durata della degenza ospedaliera dovrebbe essere più breve di quella dei precedenti ricoveri“. Il suo ritorno in campo, quindi, sembra già vicino.