Una ex compagna con una fine tragica, un figlio che adesso gli si scaglia contro attraverso i giornali: “Piove, piove, piove” (per citare una sua canzone) su Umberto Tozzi che, a dirla tutta, in questo momento si trova al centro di una bufera. Tutto inizia con la scomparsa di Serafina Scialò, ex compagna nonché musa di Umberto Tozzi (si dice che la canzone Gloria sia dedicata proprio a lei), di qualche settimana fa…

Alla fine il perdono

Il 7 gennaio, quando non si era presentata a scuola dove si occupava delle pulizie, era stato lanciato l’allarme relativamente la sua scomparsa.

Poi, qualche settimana dopo, il ritrovamento del corpo nella sua casa di Udine. Si era inizialmente pensato ad un suicidio, poi è stato accertato il decesso per cause naturali. La Scialò era piuttosto sola e riservata e i rapporti con il figlio e con Tozzi erano (stati) conflittuali. La storia d’amore tra il cantante e la Scialò non è stata quella che si vede nelle commedie romantiche. I due si separarono quando il loro figlio aveva solo un anno. La battaglia legale fu durissima, con il figlio sempre più lontano dal padre e i lunghi viaggi a vuoto verso Udine.

Freddo il commento di Tozzi alla scomparsa della moglie, con la precisazione sul matrimonio mai avvenuto e sul perdono: “Anche se mi aveva lasciato sul lastrico io rinunciai all’azione penale: era la madre di mio figlio”. Quest’ultimo, però, ha avuto parole altrettanto dure per il padre.

umberto tozzi

Ancora innamorata di Tozzi?

L’amore, alla base, però c’è stato. Gloria Cuzzi, amica d’infanzia della Scialò, ha raccontato al Corriere della Sera: “Penso che fosse ancora innamorata di Umberto, ma sono anche certa che dopo che si sono lasciati nella sua vita non ci sia stato più alcun fidanzato”.

I due si sposarono nel 1979 e si separarono nel 1984, un anno dopo la nascita di Nicola Armando. Il colpo fu durissimo e Tozzi si allontanò dalla musica fino al 1986. Tozzi ha poi ritrovato l’amore con Monica Michielotto (insieme nell’immagine sotto), ma quella con la Scialò resta una storia segnante, che si lascia dietro amarezza e solitudine e che è meglio ricordare tra i versi di canzoni come Gloria o Stella stai.

View this post on Instagram

Buon Natale ?❤️

A post shared by Umberto Tozzi Official (@umbertotozziofficial) on