Spettacolo

Il testo di “Ho amato tutto”, canzone di Tosca a Sanremo 2020

Un'andata ma anche un ritorno per la cantante Tosca che scenderà di nuovo le scale dell'Ariston con "Ho amato tutto": il testo del brano in gara
tosca

Una bella sfida quella che si prospetta all’orizzonte di Tosca che sul palco dell’Ariston arriva con la voglia di ritrovare il calore del pubblico di Sanremo. Un grande ritorno con Ho amato tutto: il testo della canzone in gara a Sanremo 2020.

Tosca, andata e ritorno a Sanremo con Ho amato tutto

Tosca sì ma per la nonna, come racconta la cantate tra i Big in gara a Sanremo 2020 a Raiplay: “Tosca era il nome di mia nonna perché era toscana, non perché amava la lirica“. Sempre Tosca, ormai ad un passo dall’arrivo a Sanremo: “La mia carriera è stata costellata da situazioni imprevedibili, quando sarò sul palco cercherò di fare come l’ultima volta, cantare per le persone che sono in sala senza avere l’ansia per le telecamere, cercherò di essere me stessa e di cantare una canzone che amo“.

Il testo della canzone Ho amato tutto, svelato da TvSorrisi&Canzoni, in gara alla 70esima edizione del Festival di Sanremo.

Il testo di Ho amato tutto:

Tre passi e dentro la finestra
Il cielo si fa muto
Resto lì a guardare
Io so cantare so suonare so reagire ad un addio
Ma stasera non mi riesce niente
Stasera se volesse Dio
Faccio pace coi tuoi occhi
Finalmente.

Con te ho riscritto l’alfabeto
Di ogni parola stanca il significato
Perfettamente inutile cercare di fermare l’onda che
Ci annega e ci lascia senza fiato
Ed è una musica che va
In un istante è primavera
Che ritorna.

E come un pesce che non può più respirare
Come un palazzo intero che sta per cadere
Tu sei l’unica messa a cui io sono andata
Un volo che è partito
Svanito in fondo al blu
E io adesso farei qualsiasi cosa
Per sfiorare le tue labbra.

Per rivederti
Se è vero che il tempo ci rincorre
Oggi sono questa faccia questa carne e queste ossa
Le sento ancora addosso le tue mani che mi spostano più in là
Dove si vive solo di uno sguardo
È tardi, si spegne la candela
È sempre troppo tardi
Per chi non tornerà.

E come un pesce che non può più respirare
Come un palazzo intero che sta per cadere
Tu sei l’unica messa a cui io sono andata
Un treno che è partito
Sparito in mezzo al blu
E io adesso farei qualsiasi cosa
Per averti fra le braccia
Per rivederti.

Perché se manchi tu manchi da morire
Perché amarsi è respirare i tuoi respiri
Stracciarsi via la pelle e volersela scambiare
È l’attimo fatale in cui mi sono arresa
Perché tu vieni con questo amore tra le mani
E come sempre nei tuoi occhi
La mia casa
Se tu mi chiedi in questa vita cosa ho fatto
Io ti rispondo ho amato
Ho amato tutto.

Potrebbe interessarti