Cronaca

Misterioso benefattore dona 500mila Euro: nuovo reparto pediatrico a Torino

Un benefattore anonimo ha deciso di donare 500mila Euro per un nuovo reparto pediatrico a Torino
Ospedale Regina Margherita

Un benefattore anonimo ha deciso di donare 500mila Euro all’ospedale Regina Margherita di Torino. La somma devoluta ha contribuito alla creazione di un reparto pediatrico dedicato alle malattie metaboliche, diretto dal dottor Marco Spada. Il benefattore ha espresso nel suo testamento la volontà di aiutare la struttura ospedaliera.

L’ultima volontà: aiutare i bambini

È di poche ore fa la notizia che arriva dalla città di Torino. L’ospedale Regina Margherita, specializzato nell’ambito materno – infantile, ha ricevuto una donazione cospicua da un benefattore misterioso.

L’uomo prima di morire ha espresso, nel suo testamento, il desiderio di aiutare i bambini ricoverati nell’ospedale torinese, lasciando a disposizione la somma di 500mila Euro.

Proprio ieri, 4 febbraio, è stato inaugurato un nuovo reparto, grazie all’ingente somma offerta dall’anonimo filantropo. I 500mila Euro sono stati destinati alle malattie metaboliche e uniti ad altri 100mila Euro, offerti dalla Fondazione Forma Onlus per la ristrutturazione e le decorazioni, hanno dato vita a questo nuovo reparto.

L’ospedale aiutato dai cittadini

La buona notizia è stata riportata dal Corriere, che ha intervistato la professoressa Franca Fagioli a capo del Dipartimento di Pediatria e Specialità Pediatriche della Città della Salute. “Grazie a questa ristrutturazione passiamo da 8-10 letti, che per altro erano in cameroni, a 14-16, in camere che potranno essere doppie o singole, a seconda delle condizioni cliniche dei pazienti e dalla necessità o meno di avere un genitore sempre accanto”, così la professoressa ha spiegato come mediante questo gesto l’ospedale abbia avuto la possibilità di incrementare i servizi della sua struttura.

Non è la prima donazione al Regina Margherita

Non è la prima volta che i cittadini di Torino mostrano la loro benevolenza nei confronti dell’ospedale regina Margherita, nel 2019 delle donazioni di privati hanno permesso di ristrutturare il reparto di oncologia e nel 2018 il pronto soccorso.
Gesti che aprono un varco di speranza e che mostrano un’umanità che spesso viene dimenticata.

Potrebbe interessarti