Cronaca

Coronavirus: cinesi ricoverati a Roma si aggravano, controlli con termoscanner a Fiumicino

Coronavirus - Le condizioni delle due persone ricoverate allo Spallanzani di Roma si aggravano
Spallanzani di roma

Si aggiornano i numeri sul Coronavirus. È salito a 24.324 il numero delle persone contagiate in Cina, mentre in Italia si sono aggravate le condizioni cliniche dei due cinesi ricoverati allo Spallanzani di Roma. Intanto è arrivata la notizia che 17enne di Grado, rimasto in Cina perché aveva la febbre, non ha il coronavirus.

Si aggravano i due pazienti a Roma

Nella giornata di ieri è stato rivelato che le due persone affette da coronavirus a Roma, sono state trasferite in terapia intensiva.

Hanno avuto un aggravamento a causa di una insufficienza respiratoria, come segnalato nei casi fino ad ora riportati in letteratura. Pertanto è stato necessario un supporto respiratorio in terapia intensiva“, fanno sapere dallo Spallanzani. Il Premier Conte ha assicurato che i due hanno le migliori cure “che si possano assicurare“. Secondo gli esperti, questo aggravarsi potrebbe far parte del normale decorso della malattia.

Tedros Adhanom Ghebreyesus, numero uno dell’Organizzazione mondiale della sanità, tira le somme: “Mentre il 99 percento dei casi si trova in Cina, nel resto del mondo abbiamo solo 176 casi“, riassume.

Ciò non significa che non peggiorerà. Ma di sicuro abbiamo una finestra di opportunità per agire“, chiarisce.

Termoscanner a Fiumicino

Per i passeggeri che in questi giorni arrivano allo scalo di Fiumicino ci sono novità. Sono infatti partiti ufficialmente i controlli della temperatura corporea di chi arriva attraverso dei termoscanner. Ma di cosa si tratta? Ci sono una serie di corsie di controllo, presidiate da persone della croce rossa, che attraverso un tablet controllano la temperatura corporea di chi passa.

Le stesse precauzione verranno prese anche in altri aeroporti.

Per tutti gli scali che non hanno a disposizione i termoscanner, ci sarà del personale con dei termometri a pistola. I controlli non verranno effettuati su chi viaggia con voli nazionali, sono invece previsti per tutti gli altri voli.

Potrebbe interessarti