Cronaca dal Mondo

Trump dichiara: ucciso leader di Al-Qaeda in Yemen

Ucciso leader di Al-Qaeda in Yemen in seguito ad un raid dell'esercito americano. Lo ha reso noto la Casa Bianca
donald trump in conferenza stampa

Uno dei leader di Al-Qaeda, Qasim al-Rimi, è stato ucciso in Yemen da forze statunitensi. Lo ha reso pubblico la Casa Bianca tramite una dichiarazione del Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Su di lui pendeva una taglia di 10 milioni di dollari.

Il raid delle truppe americane

Già a fine gennaio alcune indiscrezioni del New York Times avevano annunciato la possibilità che il leader di Al-Qaeda fosse stato ucciso da un raid aereo condotto dalle forze militari americane.

La conferma ufficiale della Casa Bianca è però arrivata solo ieri e non ha rivelato alcuna informazione riguardo la portata e le dinamiche dell’operazione.

Chi era Qasim al-Rimi

Al-Rimi, 41 anni, si era formato durante gli anni ’90 all’interno della cellula afghana di Al-Qaeda, sotto la supervisione di Osama Bin Laden. Divenuto, in seguito, fondatore del braccio yemenita dell’associazione terroristica, figurava attualmente come vice di al-Zawahiri, il capo ufficiale di Al-Qaeda. Era considerato uno degli uomini più potenti dell’intera organizzazione. Da anni si trovava nel mirino dell’intelligence americana e della Cia con l’accusa di aver contribuito alla pianificazione dell’attentato all’ambasciata americana a Sana’a (capitale dello Yemen) del 2008.

Le dichiarazioni di Trump

Sotto al-Rimi, Al-Qaeda nella Penisola arabica ha commesso atti di violenza inconcepibile contro i civili in Yemen e ha cercato di condurre molti attacchi contro gli Stati Uniti e le nostre forze”: queste le parole che si leggono nel comunicato stampa di Trump.

La sua morte indebolisce ulteriormente Al-Qaeda nella Penisola arabica e il movimento globale di Al-Qaeda, e ci avvicina all’eliminazione delle minacce che questi gruppi pongono alla nostra sicurezza nazionale”.

Il presidente americano aggiunge “Gli Stati Uniti, i nostri interessi e i nostri alleati sono più sicuri grazie alla sua morte” e assicura che continuerà a “proteggere il popolo americano scovando ed eliminando i terroristi che cercano di farci del male”.

Potrebbe interessarti