caterina balivo e giovanni ciacci

Caterina Balivo come non l’avete mai vista su Instagram. La conduttrice di Rai 1, che tutti i giorni entra nelle case degli italiani con il programma Vieni Da Me, ha osato con uno scatto molto sensuale tra le lenzuola.

Ovviamente bellissima, Caterina scatena i commenti, ma soprattutto i complimenti dei follower. Tra questi però spicca quello di Giovanni Ciacci, il noto esperto di stile che per tanti anni è stato al suo fianco in Detto Fatto.

Lo scatto di Caterina Balivo

Quasi come ripresa da uno spiraglio della porta della stanza da letto, Caterina Balivo si mostra tra le lenzuola, in déshabillé, con una tazza di caffè fumante tra le mani.

Bellissima come sempre, elegante anche in tenuta da notte, non poteva che accaparrarsi i consensi della rete, la bella conduttrice.

caterina balivo
La foto di Caterina Balivo tra le lenzuola

Pronta a cominciare la giornata, Caterina accompagna lo scatto con una didascalia in cui elenca i suoi impegni per la giornata. La Balivo scrive : “Instagram VS Verità, sveglia dalle 7.30, parco con Cora, a lavoro per la scaletta per la puntata di lunedì“.

E poi augura a tutti un felice fine settimana. “Buon weekend a tutti“.

Il commento di Giovanni Ciacci

Numerosissimi i like a questo contenuto. Ma altrettanti sono i commenti. Giovanni Ciacci non si trattiene e scrive a margine della foto: “Ma sei nuda ? …. Chéry!!!!!!!!!!!!”, sottolineando lo spirito ardito della Balivo, che dall’immagine appare davvero hot.

commento
Il commento di Giovanni Ciacci a Caterina Balivo

A queste parole però Caterina risponde. “Baby doll by Mirella”. Con questo commento la Balivo evade ogni dubbio: tra le lenzuola vestita. Nessuna nudità quindi.

E non manca il commento di qualche utente che passa e si intromette nel discorso scrivendo: “Ma nuda era meglio, comunque“. Insomma, lo scatto ha avuto enorme successo e non è di certo passato inosservato.

_________

CORREZIONE del 12/02/2020:

In questo articolo è stato erroneamente scritto, in prima battuta, il nome Giovanni Cacci, invece di Giovanni Ciacci.