Patrick George Zaki, lo studente egiziano arrestato

È arrivata nella serata di giovedì 13 febbraio la decisione presa dalla Procura di Mansoura in merito a Patrick George Zaki, lo studente incarcerato lo scorso 7 febbraio e torturato con elettroshock. I giudici hanno infatti stabilito una data per l’udienza.

Stabilita la data dell’udienza per Zaki

Sarà il 15 febbraio. Questa la data stabilità dalla procura di Mansoura, città d’origine dello studente iscritto all’università di Bologna, per esaminare l’appello contro la detenzione. A dare l’annuncio è stata la stessa associazione per la quale Patrick George Zaki lavora, la EIPR.

Sabato 15 è stata fissata un’udienza per presentare appello contro la detezione di Patrick” si legge su Twitter.

Trasferito in un altro carcere

Sempre nel Tweet, la EIPR fa sapere che: “Patrick è stato trasferito in un altro centro di detenzione“. Il ragazzo è stato infatti trasferito dalla stazione di Mansoura II a quella di Talkha, dove ha potuto finalmente incontrare i suoi familiari. Secondo quanto riferisce la EIPR, Zaki sta bene e, in questo carcere, “Ha confermato che non è stato maltrattato o preso di mira in nessuno modo” in questo nuovo centro, dove però le sue condizioni sono “Meno favorevoli rispetto a quelle precedenti”.

Approfondisci:

Studente arrestato, l’appello dei genitori: “Non sappiamo quando finirà l’incubo”

Patrick George Zaki: lo studente arrestato sarebbe sotto sorveglianza da un anno