rita pavone

Una carriera da icona della musica, un matrimonio lungo e felice e ancora moltissima voglia di essere sul palco (leggere alla voce “Sanremo 2020“).

La vita di Rita Pavone è sicuramente piena di gioie, ma non sono mancati i momenti di difficoltà. A raccontarlo è stata la stesa Rita che, durante un’intervista negli studi di Verissimo, ha raccontato di alcuni traumi vissuti recentemente che hanno scosso la sua vita.

Il dolore per la morte del fratello

Nell’ultimo anno non c’è stata solo la rivalsa costituita dal trovarsi a cantare al festival musicale più importante d’Italia.

Nell’ultimo anno la Pavone ha dovuto vivere il dolore ci una grandissima perdita: “Ho avuto delle batoste sul piano personale nell’ultimo anno che sono riuscita a superare: la morte di mio fratello minore. Per me è stato un dramma!“. Non solo: la cantante era caduta in una stato di lottare contro una sorta di stasi emotiva:Ho cercato di lottare contro una forma di stanchezza interiore. La musica mi ha tirato fuori da tutto. Ho trovato tante persone che mi vogliono bene e mi sono aggrappata a loro“.

Cantare a Sanremo, oltretutto, è stato un modo per ottenere una riaffermazione di se stessa: “Credevo di non essere stata scelta. Quando mi ha chiamata è stata un’emozione bellissima. Amadeus non ha tenuto conto della mia età, ma ha sentito la voce e l’energia. Gli sono profondamente grata“.

Problemi con Loredana Berté

Non tutto è oro quel che luccica per quanto riguarda le amicizie, invece: pare che i rapporti con un’amica di sempre, Loredana Berté, si siano logorati. “Non la frequento più perché per me è stata una delusione”, ha raccontato la cantante a Silvia Toffanin: “Avrei apprezzato una telefonata che non c’è stata, ma vivo bene lo stesso“.